Anche la mamma dello sposo ha il suo ruolo il giorno del matrimonio: ma qual è l’abito giusto per l’occasione? Quali sono le regole del galateo da seguire? Scopriamolo!

Gli sposi sono i protagonisti assoluti il giorno del loro matrimonio, ma anche i genitori degli sposi hanno il loro ruolo e quindi devono seguire alcune regole per non sfigurare. La mamma dello sposo, infatti, sarà sotto gli occhi di tutti quando accompagnerà il figlio all’altare o al banco comunale, motivo per cui non può per nessun motivo sottrarsi alle regole del galateo. A volte poi la madre dello sposo nonché futura suocera può essere coinvolta anche nella scelta dell’abito della sposa o del bouquet!

Abito per la mamma dello sposo: quale scegliere

Le regole del galateo prevedono che la mamma dello sposo proceda con l’acquisto del suo abito solo dopo aver ricevuto informazioni da parte della mamma della sposa in merito al suo abito in modo da uniformare lo stile. Ci sono però alcune caratteristiche imprescindibili: l’abito deve essere comodo e far sentire a proprio agio. Niente capi esagerati o troppo sfarzosi o giovanili. L’abito deve adattarsi alla figura e al ruolo del giorno. Per quanto riguarda i colori invece via libera alle tonalità pastello. Colori come il rosa cipria, il rosa pallido, l’avorio e il pesca sono tra i più gettonati, ed è proprio in questi casi che non bisogna correre il rischio di scegliere qualcosa che possa avvicinarsi al colore scelto dalla sposa. Apprezzate anche le tonalità come il celeste, il verde salvia, il lavanda o il verde menta. Se non vi piacciono i colori pastello e il matrimonio si celebra a pomeriggio potete optare anche per altri colori come un bel completo di colore blu o grigio. Assolutamente sempre da evitare il nero!

Per quanto riguarda i tagli e i modelli l’abito deve sempre essere commisurato all’età e alla personalità di chi lo indossa, l’ideale è comunque optare per una lunghezza media appena sotto le ginocchia. Tra i tessuti la seta va per la maggiore, sempre elegante, raffinata e anche comoda da indossare. Attenzione poi agli accessori: perfette le scarpe chiuse o decollète con tacco e in tinta con l’abito e la pochette. Abbinare un cappello all’abito è un tocco di grande classe, sempre meglio però sapere se lo farà anche la mamma della sposa. Niente gioielli grandi o vistosi, è sufficiente un accessorio semplice ed elegante.

Come coinvolgere la mamma dello sposo

Il galateo non prevede nessuna regola specifica circa il coinvolgimento della mamma dello sposo nell’organizzazione del matrimonio. Per questo motivo non c’è nessun compito specifico che deve svolgere prima o durante il matrimonio. Spetta eventualmente alla sposa decidere se e come coinvolgerla soprattutto in merito ai preparativi. La mamma dello sposo, infatti, può essere invitata all’incontro con il fioraio per dare un suo parere sui fiori che decoreranno la chiesa e suoi colori per gli addobbi o il cuscino per le fedi nuziali, si può chiederle di partecipare alla cena di prova al ristorante prescelto per il pranzo o la cena dopo la cerimonia. Allo stesso modo, se è una persona particolarmente spigliata potrà aiutare la mamma della sposa ad accogliere gli invitati al ristorante il giorno del matrimonio.

Ultimo ma non meno importante: il posto riservato. La madre dello sposo dopo aver accompagnato il figlio si posiziona sulla destra dello sposo per attendere insieme a lui e a tutti gli altri invitati l’arrivo della sposa. Al ristorante, invece, se gli sposi mangeranno con i genitori e i testimoni, alla mamma dello sposo spetta il posto a destra della sposa, generalmente avrà di fianco il marito o un testimone. E adesso…via libera all’organizzazione!