Galateo del tè. Sì, avete letto benissimo, esistono una serie di regole da rispettare se si vuole organizzare un tè elegante e perfetto. Ecco tutto quello che c’è da sapere.

L’ora del tè è una tradizione del mondo anglosassone, ma ha preso sempre più piede anche dalle nostre parti. Che si tratti di tè caldo o freddo, che ci si ritrovi in estate o in inverno, in casa o al bar è inutile negare che esista un vero e proprio galateo del tè. Vediamo subito quali sono le regole da seguire se si vuole organizzare un perfetto tea party!

Galateo del tè: regole e consigli

Il momento del è uno dei più eleganti, con una tradizione da rispettare, orari e accessori che non devono mai mancare per l’occasione. Esiste anche il galateo per il caffè, insomma, ogni momento ha le sue caratteristiche.

Orario, inviti e location per il tea party

Il tè del pomeriggio si serve tradizionalmente alle 17:00 per questo motivo potete invitare le amiche a partecipare già dalle 16:30 in modo da evitare ritardi o altri disguidi. Il momento del tè si può ovviamente prolungare oltre l’orario ma non dovrebbe protrarsi oltre le 19:00. Non è considerato un evento formale, ma è buona abitudine presentare anche un semplice invito per l’occasione. E’ sufficiente un messaggino o una telefonata per invitare a partecipare direttamente a voce.

Il salotto è l’ambiente ideale per servire il tè. Dovrete allestire un tavolino per l’occasione su cui appoggiare il vassoio con la teiera e tutti gli accessori per la mise en place. Se i partecipanti sono molti e temete che il salotto sia poco adatto potete servire tranquillamente il tè a tavola. Se poi avete la bella stagione dalla vostra parte potete sfruttare la terrazza o il giardino, un bel tè all’aperto è perfetto.

Mise en place

Per ogni partecipante calcolate: tazza con piattino e cucchiaino più un ulteriore piattino per i dolci e la forchettina. Prediligete servizi da tè di ceramica o porcellana e per l’occasione sfoggiate una bella tovaglia di lino o cotone abbinata ai tovaglioli. Assolutamente banditi sono i piatti e le posate di plastica e ovviamente i tovaglioli di carta. La teiera è poi la protagonista indiscussa, può non far parte del servizio, è un’eccezione sì ma non è un problema. L’importante è che il colore e il materiale della teiera si abbini alle tazze.

Per apparecchiare la tavola invece è importante posizionare il tovagliolo a sinistra rispetto al piatto per il dolce, la forchetta per il dolce in altro a destra. Anche la tazza per il tè e il relativo piattino e cucchiaino vanno posizionati in alto a destra. Dopo aver fatto bollire l’acqua trasferitela subito nella teiera e portatela in tavola. Ricordate che alla padrona di casa spetta il compito di servire il tè a tutti gli invitati.

Tipologie di tè e altri ingredienti

Per queste occasioni si utilizzano tassativamente miscele di tè in foglie, mai le bustine. Per tale ragione la dose di riferimento è quella di un cucchiaino per ogni ospite più uno. Preparate zucchero, limone e latte, abitudine rigorosamente britannica, in modo che gli invitati possano aggiungerli in base al proprio gusto.

La tradizione britannica vuole che il tè sia servito insieme a dolci e piatti salati. Il momento del tè è difatti una sorta di spuntino intermedio. Preparate dunque alzatine e vassoi con biscotti, crostatine, muffin insieme a tartine, piccoli panini farciti e canapè. Per dare un tocco in più potete abbinare i dolcetti anche alle confetture da servire direttamente in ciotoline o piccoli vasetti. Prediligete sempre le piccole porzioni per facilitare i vostri ospiti nella degustazione e…buon tè a tutti!