In Italia, da Aosta a Palermo, le specialità culinarie variano anche in ragione del territorio. Nel nostro Paese, come eccellenza nell’agroalimentare, ci sono infatti tanti piatti tipici regionali che tutti dovrebbero gustare almeno una volta nella vita. Ecco allora, da regione a regione, quali sono 5 tra i migliori piatti tipici regionali a partire dai tortellini in Emilia Romagna alle trofie con il pesto alla genovese in Liguria, e passando per risi e bisi in Veneto. Ma anche la mitica pasta alla carbonara nel Lazio e le orecchiette con le rape in Puglia.

I tortellini, ecco l’eccellenza per la pasta all’uovo ripiena in Emilia-Romagna

Da cucinare in brodo, o con il ragù, i tortellini spiccano tra le prelibatezze alimentari emiliano-romagnole. Ripieni al prosciutto, funghi o carne, i tortellini emiliani rappresentano l’eccellenza per la pasta all’uovo ripiena in Emilia-Romagna, ed in particolare nel territorio di Bologna e di Modena. Conosciuti ed esportati tutto il mondo, i tortellini ogni anno, tra l’altro, hanno pure la loro giornata celebrativa il 13 febbraio con il ‘National Tortellini Day’.

Primi piatti tipici della Liguria, le trofie con il pesto alla genovese

Dal basilico, unito nelle giuste dosi con i pinoli, con l’olio extravergine di oliva e con l’aglio, nasce una salsina da leccarsi i baffi che è tipica della Liguria. Stiamo chiaramente parlando del tipico pesto alla genovese che è un condimento sfizioso per la pasta. In Liguria si scelgono le trofie, una pasta fresca che è tipica della zona. Il modo migliore e tipico per condire le trofie con il pesto alla genovese è quello di aggiungere ad ogni piatto di portata una cascata di foglie di basilico intere e di formaggio grattugiato rigorosamente al momento.

Risi e bisi, ecco il primo piatto caratteristico della cucina veneta

Il primo piatto caratteristico della cucina veneta è invece risi e bisi, e questo specie nelle zone di Venezia, di Verona e di Vicenza. A base di riso e piselli, il primo piatto tipico risi e bisi viene preparato sempre con il prodotto di stagione, e quindi solo quando nei campi i piselli si raccolgono con i baccelli. Nella ricetta originale risi e bisi c’è il burro, la cipolla, il brodo vegetale, l’olio extravergine di oliva e la pancetta di maiale. Con l’aggiunta degli aromi e dei sapori del prezzemolo e del parmigiano grattugiato con il pepe nero e con un pizzico di sale marino.

Ricetta della vera pasta alla carbonara, attenzione agli ingredienti

Tipica laziale, la ricetta della pasta alla carbonara è quella di un primo piatto veloce da preparare ma sempre senza mai rinunciare al gusto. In verità esistono tante varianti della pasta alla carbonara, ma quella vera e tradizionale prevede sempre un condimento a base di guanciale, uova, pepe e formaggio pecorino grattugiato al momento. Senza mai l’aggiunta di panna o burro, ma anche senza aglio o cipolla. La classica carbonara si prepara con gli spaghetti come tipo di pasta, ma per variare vanno bene pure i rigatoni. Ed in ogni caso la pasta deve essere rigorosamente di semola di grano duro con l’aggiunta del sale solo per la cottura della pasta e mai nel condimento.

Le orecchiette con le rape, un primo pugliese dal gusto intenso e leggermente piccante

Come primo piatto italiano tipico della cucina pugliese, quella delle orecchiette con le cime di rapa è una ricetta che abbina alla semplicità il gusto da un lato intenso, e dall’altro leggermente piccante. Partendo dalla pasta tipo orecchiette e dalle cime di rapa, nella ricetta gli ingredienti spaziano dall’aglio alle acciughe sott’olio, e passando per l’immancabile olio extravergine di oliva, un pizzico di sale, il peperoncino ed il pepe nero rigorosamente macinato al momento.