La cucina stupisce sempre, soprattutto quella di cui si parla in questo periodo, che mira ad utilizzare per preparare gustosi dolci, le uova di Pasqua rimaste a disposizione in numerosi supermercati da aprile, che per via del Coronavirus non si sono potute rispedire indietro.

Sono numerosi, infatti, i progetti culinari che sono stati organizzati da diverse associazioni e che mirano a farle acquistare dalle persone, per poi inviare il ricavato direttamente ai bambini malati.

Molti progetti del genere, come quello che prevede di prenotare delle uova di Pasqua online, dal titolo “Cerco un uovo amico”, dureranno fino alla fine di giugno.

Sono tante le iniziative organizzate in questo senso.

Cucina solidale: coinvolti tantissimi chef

La cucina diventa sempre più simbolo di solidarietà, anche perché a quanto pare si mirano a sciogliere le uova di cioccolato di Pasqua, ancora presenti e disponibili, dato che molte case produttrici non hanno potuto ritirarle per via del Coronavirus, al fine di creare mousse, ricette particolari e torte.

Ad essere stati coinvolti sono stati numerosi chef, che stanno svolgendo dei video online per spingere le persone ad acquistare tali uova, dato che il ricavato andrà ai bambini malati, contribuendo alla ricerca per cercare di trovare soluzioni contro le malattie più gravi.

In tantissimi esperti si sono collegati online ed è partita così una sorta di gara particolare per cercare ricette sempre più semplici, così che le persone a casa possano riprodurle, ma nello stesso tempo anche molto originali.

Creme, yogurt, sciroppi al cioccolato, ciambelloni: questi chef si stanno inventando di tutto per far capire agli utenti che le uova di Pasqua che non si utilizzano più possono essere comprate per poi sciogliere il cioccolato da utilizzare per preparare deliziosi manicaretti.

Quest’ultimo può diventare una glassa decorativa, ma anche un ottimo ingrediente per realizzare piatti molto gustosi, che possono stupire la propria famiglia e anche i propri bambini.

I progetti e le ricette

Molti chef si raccomandano di coinvolgere anche il resto della propria famiglia quando si cucina, anche perché questo può diventare molto divertente e soprattutto può essere un momento particolare di riunione, utile per imparare nuove cose, ma soprattutto per un coinvolgimento migliore, ottimo per favorire ancora di più l’unione familiare.

Molto carino anche il fatto che trattandosi di ricette semplici quelle che possono essere svolte con il cioccolato e che vengono proposte dagli chef, possono essere realizzate anche da persone che non sono molto esperte nel campo culinario.

In questo modo tutti potranno svolgere in modo veloce e anche facilmente.

I progetti che le associazioni stanno organizzando sono tanti, anche perché si mira non solo a non sprecare il cibo, ma soprattutto a trovare un modo per arginare i danni economici che ha provocato il Coronavirus, e a dirigere le somme di denaro verso i più bisognosi.

Questo è molto importante anche perché come si è visto, dimostra che per quanto il nuovo virus possa aver cambiato le abitudini della vita quotidiana, possa aver praticamente quasi distrutto l’economia italiana, tuttavia non riuscirà mai ad intaccare la solidarietà.