Dai primi piatti ai secondi a base di carne o di pesce, e passando per i contorni, l’aglio e la cipolla sono quasi sempre presenti tra gli ingredienti di base. E questo specie quando si tratta di pietanze che sono tipiche del regime alimentare che è rappresentato dalla dieta mediterranea. Fermo restando che spesso la scelta tra l’aglio e la cipolla dipende anche dai gusti, in realtà per alcune ricette certi accostamenti sono fissi. Il che significa che per alcune pietanze dove ci vuole la cipolla non bisogna usare e quindi aggiungere l’aglio, e viceversa. Nel fare chiarezza in merito, quindi, ecco come e quando, in base ai cibi ed anche al tipo di cottura, usare aglio e quando invece la cipolla in cucina.

La scelta tra l’aglio e la cipolla in cucina, dalla cottura all’utilizzo a crudo

Nel dettaglio, l’aglio che viene preferito alla cipolla, considerando il suo gusto che è forte ma anche pungente, richiede sempre una cottura leggera evitando di farlo bruciare. E questo specie per le fritture quando l’aglio deve essere fatto rosolare sempre e solo per pochissimi minuti.

Per la cipolla, invece, il discorso è più complesso anche in base alla tipologia. E questo perché in genere le cipolle rosse sono da preferire per un utilizzo a crudo, e quindi per esempio come ingrediente per le insalate. La cipolla bianca, specie per chi non ama l’aglio, è invece perfetta per dare sapore ai cibi cotti. Mentre la cipolla dorata è perfetta per le lunghe cotture, e quindi per esempio quando si devono preparare le zuppe, i risotti ed i minestroni.

L’abbinamento dell’aglio con i cibi, dalla carne alle verdure e passando per i legumi

Considerando l’abbinamento con i cibi, l’aglio è facilmente abbinabile a tante verdure ed ortaggi, ma anche alle carni bianche e rosse ed ai legumi. Dai funghi al pesce e passando per le melenzane, gli asparagi, i carciofi, i cavoli, i ceci e le carni rosse cotte in padella. Ed il tutto, come sopra accennato, facendo sempre molta attenzione al tipo ed al tempo di cottura. Per esempio, per l’aglio nelle fritture è da preferire sempre la cottura in camicia per evitare che si bruci.

Gli accostamenti canonici con la cipolla, dai soffritti al pesce cotto al forno

La cipolla, che ha un sapore più delicato, viene invece accostata alle ricette con materie prime il cui sapore, in presenza dell’aglio, sarebbe troppo coperto. E così la cipolla si preferisce all’aglio nelle insalate, nel pesce cotto al forno, per la carne a spezzatino, ma anche per la preparazione del ragù e, in generale, per la preparazione dei soffritti per condire la pasta. E lo stesso dicasi per altri cibi ed altre ricette come i piselli, i risotti, le zucchine ed il tonno. La cipolla si preferisce spesso all’aglio pure per alcuni tipi di legumi dal gusto più delicato come le lenticchie.

Aglio e cipolla in cucina insieme oppure optando per la via di mezzo

Quelli indicati per l’aglio e per la cipolla sono gli accostamenti canonici, ma nessuno vieta che si possano usare insieme. C’è infatti chi ama il soffritto proprio con un generoso mix di aglio e di cipolla, e lo stesso dicasi per le zuppe, per i sughi e fino ad arrivare alle pietanze che sono a base di pesce. Così come c’è chi in cucina all’aglio ed alla cipolla preferisce dare sapore optando per la via di mezzo che è rappresentata dallo scalogno. Noto per la sua forma lunga ed affusolata, infatti, lo scalogno ha un sapore che è meno aspro rispetto alla cipolla, ma che è anche più dolce, e quindi meno pungente, rispetto all’aglio.