I dolci della cucina greca sono tra i più buoni che si possano assaggiare in una vita. Infatti, ogni anno, i turisti che si recano in questo paese restano affascinati dalla sua cucina tipica.

dolci greci sono generalmente molto dolci. Tra gli ingredienti c’è quasi sempre il miele, che infonde un sapore davvero zuccherino a tutto il preparato. Il loro sapore è sicuramente stato influenzato da quello della cucina orientale, dalla cucina turca in primis. Da questa, in realtà, i greci hanno scoperto nuovi ingredienti che hanno poi introdotto nella loro cucina. Tra questi ingredienti ci sono senza dubbio le mandorle e le noci, che sono cardine per molti dolcetti.

In questo articolo, vedremo quali sono i dolci tipici della cucine greca. Le loro ricette non sono facilissime, ma con un po’ di pazienza è possibile replicarle anche nella nostra cucina.

Baklavas e Kourabiedes

Sono tra i dolci più conosciuti della cucina greca e chiunque si sia recato ad Atene almeno una volta non ha potuto far a meno di trovarli in ogni ristorante. Poco male, comunque, perché sono due dolci davvero deliziosi e assaggiarli non è affatto un sacrificio.

Baklavas è una parola che testimonia l’origine di questo dolce tradizionale. Si tratta, infatti, di un dolce dalle origini turche che fa parte della cucina greca, ma anche di tanti paesi balcanici. Ogni popolo ha la sua ricetta ma quella originaria vuole la pasta fillo cotta con la frutta secca e poi sciroppata con uno sciroppo fatto in casa oppure con il miele. Da qui deriva un dessert veramente molto dolce, pesante e altrettanto saporito piace a tutti quelli che sono amanti dei dolci orientali.

kourabiedes sono i classici biscotti greci natalizi al burro con le mandorle. Non c’è natale greco senza kourabiedes. Si tratta di biscotti abbastanza secchi ma con un aroma veramente unico. Il burro insieme alle mandorle e l’ouzo creano un profumo unico.

Comunque, oltre a queste due ricette tipiche ve ne sono molte altre, dal sapore gustoso e dall’aspetto molto invitante.

Dolci della cucina greca al cucchiaio

Lo yogurt greco contiene la doppia quantità di proteine e la metà di carboidrati dello yogurt normale. Per questo dà la sensazione di sazietà e viene preferito dalla maggior parte della gente che esegue una dieta a basso consumo di carboidrati. Si consuma come snack la mattina o come merenda il pomeriggio e anche come dessert. Di solito servito con frutta secca, come noci e mandorle, è perfetto per concludere un pasto o iniziare la giornata. La cosa importante è non aggiungervi zucchero né panna, che ne snaturano il gusto.

La bougatsa è invece un tipo di pita, di solito farcita con la crema o la feta. A differenza della pita tradizionale, questa presenta un impasto più pesante e più corposo. La bougatsa più buona è quella che viene cucina a Nord, nelle città di Salonicco e a Serres. I greci l’hanno importata nel loro paese solo di recente. Si dice, infatti, che il dolce sia stato importato nel 1922, dall’Asia Minore.

Ecco, dunque, una piccola selezione di dolci tipici greci. In realtà, ve ne sono molti altri che non abbiamo riportato qui per motivi di spazio. Si tratta di dolci dal sapore ottimo, che stregano tutti coloro che li assaggiano. Le ricette sono tutte online e non bisogna attendere il prossimo viaggio in Grecia per assaggiare queste prelibatezze: basta armarsi di pazienza e provare a replicarle dalla nostra cucina. Se, invece, non abbiamo voglia di cimentarci nelle preparazioni greche, possiamo dare un’occhiata a quelle dei dolci tipici sardi. Anche in questo caso si tratta di preparazioni ottime.