Secondo uno studio recente eseguito da alcuni ricercatori di Zurigo, è stato dimostrato che, chi pedala con una e-Bike risentirà di numerosi benefici al proprio organismo, di gran lunga superiori rispetto a chi utilizza la classica bici muscolare.

I vantaggi non riguardano solo la salute in sé, ma la società in generale.

Secondo i dati rilevati, chi utilizza la bici elettrica fa più movimento fisico rispetto a chi usa la bici tradizionale, questo perché nel primo caso, il tempo di esercizio fisico è superiore nonostante lo sforzo per la pedalata sia minore.

Benefici di una e-Bike

Vediamo nel dettaglio tutti gli aspetti positivi che possiede una bicicletta elettrica usata per ogni esigenza.

  1. Vantaggi di salute

Con questo innovativo prodotto si ha la possibilità di pedalare ma senza sforzo grazie alla presenza di un motore. Per chi desidera muoversi un po’, allora, la bici elettrica può fare al caso proprio: si pedala ma non si stressano le articolazioni.

Chi desidera invece allenarsi faticando un po’, occorre impostare un livello di assistenza basso ed ecco che lo sforzo sarà maggiore.

In questo modo si potranno bruciare dalle 500 alle 700 calorie all’ora.

Oltretutto, secondo alcuni studi scientifici è stato dimostrato che un esercizio regolare aiuta a ridurre i livelli di stress, apportando benefici al cuore, ai polmoni e alla pressione arteriosa.

  1. Vantaggi ambientali

È noto a tutti che la bici elettrica non inquina, se tutti iniziassero ad usarla per spostarsi in città i benefici che scaturirebbero in termini ambientali sarebbero di grande impatto positivo.

Inoltre, c’è da considerare un altro aspetto, ovvero si tratta di un prodotto molto silenzioso, questo significa che l’inquinamento acustico così dannoso per la salute mentale si riduce di gran lunga.

Tra le altre caratteristiche che vanta, annoveriamo il fatto che occupa meno spazio rispetto ad una bici muscolare, inoltre risulta molto facile e veloce poterla parcheggiare senza alcun problema.

  1. Vantaggi per il portafogli

Il costo di gestione è decisamente molto basso. Ricaricare una bici con una batteria in litio costa solo pochi centesimi, inoltre prediligendo il suddetto modello non occorre eseguire passaggi burocratici piuttosto costosi come l’assicurazione e l’immatricolazione.

Tuttavia, c’è un piccolo svantaggio che bisogna annoverare: è vero che occorre sostituire la batteria ogni 3 anni, ma si tratta di un costo che verrà facilmente ammortizzato.

Fattori da considerare per l’acquisto di una e-Bike

Se fino a qualche tempo fa si credeva erroneamente che per mantenersi in forma fosse d’obbligo l’utilizzo della bicicletta muscolare oggi a quanto pare questo mito è stato sfatato.

Da ciò che si evince da questo post è chiaro che anche la e-Bike apporta vantaggi in termini di salute non di poco conto.

Naturalmente bisogna saper prediligere un ottimo modello caratterizzato da un buon rapporto qualità-prezzo altrimenti si potranno avere delle serie ripercussioni dovute ad una scorretta postura.

Per scegliere il modello che meglio soddisfa le proprie esigenze occorre valutare i seguenti fattori:

  • destinazione d’uso – bisogna capire a quale scopo si vuole utilizzare la e-Bike, ovvero per pedalare in città o per vivere momenti di pura avventura;
  • prezzo – il secondo parametro da valutare dovrebbe essere la sicurezza, ma diciamoci la verità, talvolta è proprio il prezzo che rappresenta la possibilità o meno di acquistare un determinato modello. Il costo medio di una bici elettrica è di circa 500€, ma per chi desidera un prodotto altamente professionale si possono raggiungere anche delle cifre molto alte, tuttavia ci sono ancora oggi gli incentivi statali che permettono di poter ottenere delle detrazioni;
  • sicurezza in sella e batteria – quando ci si mette in strada il telaio deve essere robusto perché è soggetto a forti sollecitazioni, quindi prima di procedere all’acquisto verificare la sua resistenza, poi occorre anche valutare che l’operazione di montaggio e smontaggio della batteria sia facile e veloce.