I lavori di casa non divertono nessuno ma c’è una attività in particolare che mette d’accordo quasi tutti: stirare. Una mission noiosa, lunga e faticosa che fa desistere moltissime persone dall’avventurarsi. Ci sono soluzioni per evitare di stirare? Assolutamente sì, stirare infatti non è sempre necessario, ecco come evitare con qualche consiglio utile.

Come evitare di stirare: consigli utili

Se anche tu odi stirare potrebbero farti comodo questi trucchetti che abbiamo imparato nel tempo per evitare di dover utilizzare ferro e asse da stiro, o almeno di limitarli moltissimo. Uno dei motivi per cui sarebbe meglio evitare di stirare è che in realtà si tratta di una attività molto inquinante e tutto fuorché ecologica, quindi a parte gli scherzi se possiamo riuscire a ridurre questa tipologia di attività tanto meglio.

Il primo consiglio utile per evitare di stirare è scegliere con cura i vestiti: alcuni tessuti moderni come ad esempio il jersey o quelli che contengono elastan hanno meno bisogno di essere stirati. Questo poiché non tendono ad accumulare troppe pieghe. Stendere con cura è il secondo accorgimento che devi tenere in mente: sbatti con attenzione i panni e a quel punto attenzione anche a come posizioni le mollette. Anche il lavaggio in lavatrice può fare la differenza: cerca di prediligere cicli brevi e non andare oltre gli 800 giri di centrifuga, appena terminato il lavaggio fai in modo di stenderli rapidamente: in questo modo non darai possibilità ai capi di fissare le pieghe.

A fare la differenza è però l’asciugatrice: la miglior asciugatrice in circolazione può farti cambiare idea e iniziare ad amare l’attività di fare il bucato. A parte essere utilissima in città dove non si può stendere e durante la stagione fredda, diventa un vero e proprio alleato dando una botta di stiro ai panni senza nemmeno che tu te ne accorga. L’elettrodomestico, a differenza del ferro da stiro, può essere anche green puntando sui modelli a classe energetica A o superiori. Che tu abbia steso o utilizzato l’asciugatrice a fare la differenza è la piegatura: passa la mano sui panni ancora tiepidi e fai in modo di distendere le eventuali pieghe, provvedi a piegare il tutto facendo attenzione anche agli appendini, le grucce non sono tutte uguali e possono segnare i pantaloni o le gonne ma anche le camicie se non adeguati. La tecnologia casalinga ha fatto davvero la differenza, e se c’è modo di facilitarci la vita perché non farlo?

Come scegliere la miglior asciugatrice

Come abbiamo accennato a fare davvero la differenza è l’utilizzo dell’asciugatrice. Ma come si sceglie la migliore asciugatrice? I motivi per scegliere una asciugatrice sono numerosi: oltre alla possibilità di ridurre o eliminare il ferro da stiro, c’è la velocità di poter avere il bucato pronto, la possibilità di non dover aspettare il bel tempo, facilitare i lavori di casa soprattutto durante la stagione fredda e infine potrai eliminare per sempre gli stendini in giro per casa. Ma cosa devi sapere? Per prima cosa ricordati che ci sono due sistemi diffusi: il primo è a pompa di calore e il secondo a condensazione. Le asciugatrici a pompa di calore utilizzano aria calda per asciugare i capi d’abbigliamento e garantiscono ottime prestazioni riducendo il consumo di energia elettrica. I modelli a condensazione lavorano trasformando l’umidità in acqua per poi estrarla in un contenitore.

Questa acqua recuperata si può anche riutilizzare ad esempio per stirare, essendo priva di calcare. E se hai poco spazio? Se in casa hai poco spazio hai tre soluzioni: scegliere un’asciugatrice slim, cioè di misure ridotte, optare per una struttura a torre oppure acquistare una lavasciuga che combina lavatrice e asciugatrice in un unico modello. Se stai cercando informazioni sulla miglior asciugatrice dai un’occhiata all’analisi svolta da WebPointZero che ha analizzato e comparato tantissimi modelli popolari mettendo a confronto parametri come peso, classe energetica e prezzo per poter offrire un panorama completo a chi desidera fare un acquisto importante.