L’acchiappasogni è un oggetto che si appende sul balcone e che si muove, svolazza se creato con piume e tentenna ed emette suoni al minimo accenno di vento se realizzato con campanellini. Nelle nostre case o nelle camerette dei bambini dotate di balconcino, è usato come oggetto decorativo dal significato magico: la rete intrecciata, tipica dell’acchiappasogni, come vuole la tradizione, rappresenta il sole, che di notte fa passare solo i bei sogni mentre quelli brutti rimangono intrappolati tra le maglie annodate e si disperdono alle prime luci dell’alba, quando il sole torna a risplendere. Si può acquistare un acchiappasogni nei negozi di souvenir etnici ma lo si può realizzare anche con le proprie mani destreggiandosi con un po’ di fai da te. Scopriamo come realizzare un acchiappasogni.

Materiale necessario

Per creare da voi un acchiappasogni avrete bisogno di alcuni rametti, 6 o 7 di lunghezza di 12 centimetri circa, di 6 o 7 elastici, di un gomitolo di spago, di un paio di forbici, di alcune perline colorate grandi e dal foro abbastanza ampio. Scopriamo ora come procedere e come compiere i passi necessari alla realizzazione dell’acchiappasogni fatto in casa.

Fare il cerchio

Un’acchiappasogni è costituito da un corpo centrale a forma di cerchio, su cui si modella una rete intrecciata. Ci sono poi le decorazioni pendenti, che negli acchiappasogni che troviamo in vendita sono in genere abbellite da piume, campanelli o perline, e lo spago in alto per appenderlo. Noi inizieremo a creare il cerchio. Lo faremo con i rametti. Li uniremo tra loro legandone le estremità l’uno con l’altro con gli elastici, modellando una circonferenza circolare. Certo la nostra sembrerà più una forma geometrica ma andrà bene lo stesso.

Fare la rete

Proveremo ora a fare la rete dell’acchiappasogni. Dovremo tagliare alcuni pezzi di spago un po’ più lunghi del diametro del cerchio, per così riuscire ad annodarli da un’estremità all’altra. Annodiamo il primo proprio sul diametro del nostro cerchio di bastoncini in orizzontale e facciamo la stessa cosa in verticale. Avremo così creato una croce. Facciamo lo stesso due volte in diagonale, a destra e a sinistra. Proseguiamo con qualche altro spago diagonale in cui infileremo, ogni tanto e facendo due nodi alle loro estremità per fermarle, alcune perline colorate.

Fare le decorazioni pendenti

Per fare le decorazioni pendenti tipiche dell’acchiappasogni, possiamo tagliare alcuni lunghi pezzi di spago, infilarci delle perline colorate a distanza di 5 centimetri l’una dall’altra e chiudere ogni estremità di ciascuna perlina con un nodo, per cui non scappino e stiano ferme al loro posto. Potremo realizzare almeno 4 o 5 spaghi lunghi con perline e legarli quindi alla parte inferiore dell’acchiappasogni, dal diametro in giù per capirci.

Fare il gancio

Potremo fare il gancio per appendere l’acchiappasogni semplicemente tagliando un pezzo di spago e legandolo sulla parte superiore del cerchio di bastoncini tramite un nodo a cappio. In questo modo potremo appendere l’acchiappasogni attaccandolo a un chiodo o un qualsiasi supporto.

Dove appendere l’acchiappasogni

Dove appendere l’acchiappasogni? Possiamo metterlo vicino alla finestra, attaccato alla maniglia di questa, nella nostra camera da letto o in quella dei bambini. Questo oggetto è molto indicato per i piccoli che hanno paura del buio e dei brutti sogni: gli spiegherete che l’acchiappasogni li manderà via tutti la mattina. Possiamo anche appendere l’acchiappasogni all’aria aperta, assicurandolo alla ringhiera del balcone o a un perno nel giardino.