Quando si acquistano capi di abbigliamento come cappelli, trench, giacche a vento e altri capi ci si chiede se si possano indossare in tutte le condizioni atmosferiche, e in particolare quando piove. La risposta in tal senso è breve ed esaustiva; infatti, ci sono svariati tipi di tessuti impermeabili che non permettono all'acqua di penetrare sul corpo o su un terrazzo se si tratta di una tenda da esterno. A tale proposito, vediamo quali sono i migliori presenti oggi sul mercato e le relative caratteristiche strutturali.

 

Il poliestere

Uno tra i tessuti impermeabili più comuni al giorno d’oggi è quello in poliestere con un supporto in plastica rivestito con un sottile rivestimento impermeabile/resistente all'acqua. La cosa migliore di questo prodotto è riscontrabile nel fatto che è completamente impermeabile, molto resistente, traspirante con una leggera elasticità a grana incrociata ed è quindi possibile sfruttarlo sia per realizzare capi di abbigliamento che tendaggi per ambienti esterni.

 

Il cotone cerato

La tela cerata è un tessuto di cotone a trama fitta rivestito con cera e nello specifico paraffina. Si tratta inoltre di un elaborato che ha un aspetto attraente e robusto dovuto in modo particolare proprio alla presenza di pieghe sulla sua superficie. La tela tra l’altro è in grado di resistente all'acqua fino a un certo grado a seconda della densità della trama, ma il rivestimento su di essa aggiunge tanta impermeabilità e molte volte è più costoso della normale tela. Quanto appena descritto, spiega da solo perché la tela cerata viene molto utilizzata per creare coperture idrorepellenti per terrazzi, gazebo e altre strutture simili.

 

Il taffettà di nylon

Il taffettà di nylon con un rivestimento speciale è decisamente impermeabile; infatti, questo materiale viene utilizzato frequentemente per realizzare ombrelloni da pioggia e da esterno, nonchè tendaggi. Dal punto di vista strutturale la trama si presenta liscia e con una lucentezza sulla sua superficie, ed è disponibile di svariati colori oltre che con diverse finiture come ad esempio quella con stampe floreali e geometriche.

 

Il poliestere rivestito in PVC

Il poliestere rivestito in PVC è anch’esso un tessuto impermeabile al 100% e grazie al rivestimento in polivinilcloruro sul retro. Si tratta tra l’altro di un prodotto leggermente rigido ma con una finitura liscia all'interno. Questo tessuto a trama fitta viene utilizzato per realizzare vele, ombrelloni, tettoie e soprattutto tende da sole, ed è uno dei più popolari tra quelli idrorepellenti. Infine va sottolineato che è possibile ottenerlo di svariate tonalità e sia a tinta unita che con stampe floreali oppure geometriche.

 

Il cotone laminato

I tessuti laminati rappresentano una valida alternativa a quelli sin qui citati, poiché presentano un sottile rivestimento impermeabile in cotone ideale per la realizzazione di di indumenti come impermeabili, giacche a vento, abbigliamento da sci, giacche, cappelli e tendaggi vari. Questo tessuto mantiene infatti asciutto chi lo indossa e riesce a garantire il top dell’impermeabilità su terrazze e balconi. La laminazione viene aggiunta incollando lo strato resistente all'acqua sul retro del tessuto e che alla fine risulta traspirante e flessibile. Esistono infine tre tipi di tessuti in cotone laminato ossia quello non poroso, microporoso e con rivestimento viscoso, quest'ultimo uno dei più apprezzati in quanto molto resistente anche alle forti raffiche di vento.

 

Il vinile

Questo materiale artificiale viene molto sfruttato per creare tessuti in quanto impermeabile e quindi ideale per realizzare borse, tovagliette e tendaggi vari. Inoltre si presta molto bene per la tappezzeria di interni di barche. Il tessuto vinilico tra l’altro può essere reso ancora più resistente e impermeabile se ad esso si aggiunge un supporto di poliestere. Questa tipologia di lavorazione rende il materiale molto più resistente, durevole, elastico e flessibile oltre che maggiormente impermeabile quindi adatto anche per la realizzazione di tende soprattutto da esterno.