Ogni volta che dobbiamo lavare i vetri, il nostro cervello cerca delle scuse plausibili per non farlo? Ovvio, lavare i vetri è faticoso! E anche noioso. Però è una di quelle attività che si deve fare periodicamente, altrimenti la fatica sarà ancora maggiore ed eliminare lo sporco incrostato non è per niente facile, al di là che i vetri delle finestre sono un po’ come i denti, e non sorrideresti mai con i denti sporchi! Vediamo allora i consigli di casafare.it, un portale ricco di consigli per la casa, per avere dei bei vetri puliti, ma senza fare troppa fatica.

Lavare i vetri, quali prodotti sono più efficaci

Se parliamo di prodotti industriali dobbiamo necessariamente provarli per capire quello che funziona meglio. In commercio ci sono moltissimi prodotti che offrono risultati più o meno apprezzabili, bisogna provarli e vedere quelli che funzionano meglio con i nostri vetri.

Dobbiamo però tenere presente che non sempre la colpa è del detergente, ma di come lo utilizziamo. Per esempio, lavare i vetri in una giornata calda non è una grande idea. Il calore, infatti, fa asciugare troppo rapidamente il detergente che hai spruzzato sul vetro e quando andrai a pulire, resteranno degli orrendi aloni.

Tra i prodotti che puoi fare a casa, invece, ci sono diverse soluzioni efficaci, come per esempio acqua con un pochino d’aceto.

Per cominciare, però, pulisci bene gli infissi perché è inutile nascondere l’immondizia sotto al tappeto. Avere dei vetri splendenti e degli infissi sporchi non è proprio il massimo, quindi procedi con ordine. Una volta terminata l’operazione di pulizia infissi potrai proseguire con i vetri.

Trucchetto facile: usa il detersivo per i piatti

Forse ti sarà capitato qualche volta di lavare le lenti degli occhiali con una goccia di detersivo per i piatti e di restare di stucco per come si vedeva bene dopo. Ecco, il detersivo per i piatti funziona alo stesso modo anche sui vetri delle finestre.

Naturalmente dovrai diluirlo con acqua e poi, comunque, sciacquarlo prima di asciugare. Da una parte è vero che c’è un passaggio in più, ma dall’altra il risultato sarà talmente soddisfacente che sarà valsa la pena.

Se non sono troppo sporchi usa solo acqua calda

Se i vetri non sono eccessivamente sporchi, evita di utilizzare prodotti chimici. Procurati dell’acqua calda e una spugna morbida, vanno bene quelle per il bagno dei bambini, ma anche quelle per lavare la carrozzeria dell’auto. Puoi semplicemente passare la spugnata e strizzata e poi asciugare con un giornale quotidiano appallottolato.

Molto dipende anche da cosa utilizzi per asciugare i vetri. Se utilizzi lo scottex fai attenzione che non sia di quella tipologia che lascia i pelucchi, meglio quello che sembra di carta grezza, quello che mettono nei bagni pubblici per asciugarsi le mani, per intenderci.

Quando lavare i vetri

Un’altra cosa che devi considerare è quando lavare i vetri. Molti sottovalutano l’importanza del quando, invece andrebbe assolutamente considerata. Per esempio, come abbiamo detto prima, bisogna evitare di lavare i vetri quando fa troppo calco, ma anche quando c’è troppo sole.

Il sole che riflette sul vetro delle finestre ti impedisce di vedere effettivamente quanto siano puliti e il rischio è che rimangano macchie e aloni.

Meglio optare per un giorno un po’ nuvoloso, sperando che dopo, una volta finito, non si metta a piovere!

In ogni caso, il miglior modo per lavare i vetri senza fare troppa fatica è programmare la pulizia almeno una volta alla settimana, in questo modo eviteremo che si accumuli troppo sporco e la pulizia sarà decisamente più rapida e semplice.

Se poi proprio non hai una gran voglia di faticare, allora utilizza un elettrodomestico per la pulizia dei vetri, ce ne sono diversi in commercio, anche a prezzi contenuti.