Vi siete mai chiesti come sarebbe il vostro viso con un piccolo ritocco al naso? Avete mai pensato, guardandovi allo specchio, come migliorerebbe il vostro profilo sistemando qualche piccola imperfezione? Desiderate rivolgervi a un chirurgo plastico, ma temete il bisturi o il costo dell'operazione? Allora questo è l'articolo che fa per voi!

 

 

Rinoplastica non chirurgica: che cos'è?

 

Si tratta di un'innovativa tecnica estetica che non prevede l'utilizzo della chirurgia, ma semplicemente di una serie di iniezioni riempitive, studiate e misurate appositamente dopo attenta valutazione da parte di un esperto sul paziente, contenenti acido ialuronico e botulino.

 

Tali iniezioni sono in grado di risolvere difetti quali un dorso del naso troppo pronunciato, un naso a punta, la gobba o il naso all'ingiù. Il filler dermico è infatti capace di rialzare leggermente le parti che necessitano di un volume maggiore, donando così al vostro viso un aspetto più armonioso e sicuro.

 

 

Come funziona

 

Il processo di rinoplastica non chirurgica è molto semplice: è effettuato da un esperto qualificato nel proprio ambulatorio e la seduta ha un durata di soli quindici minuti. Dopo una prima visita, in cui il professionista deciderà oculatamente quali sono i punti più critici del vostro naso, ovvero le zone in cui intervenire,si procederà al trattamento.

 

L'ago utilizzato è molto sottile e non c'è quindi da preoccuparsi di cicatrici o tumefazioni; inoltre il trattamento non necessita di alcun tipo di periodo di guarigione, né di medicazioni, e potrete quindi tornare immediatamente alle vostre occupazioni.

 

Riteniamo importante avvisare, tuttavia, che tale trattamento ha come unico scopo e obiettivo il mero miglioramento estetico; non è quindi in grado di risolvere problemi medici come il setto nasale deviato ed è vivamente sconsigliato per interventi di riduzione del naso, giacché potrebbe produrre l'effetto opposto.

 

 

Contenuto dell'iniezione

 

Se l'ago, o il semplice contenuto della siringa, vi mette a disagio, ecco di seguito un approfondimento sulle sostanze utilizzate per sottoporsi a rinoplastica non chirurgica:

 

 

  • Acido Ialuronico: si tratta di una sostanza prodotta naturalmente da ognuno di noi e ha la funzione di idratare e proteggere i tessuti. Spesso utilizzato nei filler della chirurgia estetica per lo spianamento delle rughe, ma anche nelle infiltrazioni per la cura delle artrosi e negli integratori alimentari. Non presenta alcun tipo di controindicazione.

 

  • Botulino: è una sostanza prodotta da un particolare tipo di batterio ed è detta anche tossina botulinica.Viene opportunamente isolata e purificata, tramite una tecnica ormai ben studiata e consolidata, non presenta alcun tipo di problematica a seguito dell'iniezione sottocutanea, eccezion fatta per alcuni lievi effetti collaterali che vedremo nel prossimo paragrafo.

 

 

Effetti collaterali

 

La rinoplastica non chirurgica prevede soltanto alcuni lievi effetti collaterali, dati dalla presenza nell'iniezione della tossina botulinica. Si tratta di semplici irritazioni cutanee seguite da piccoli lividi o gonfiore, sintomatologia che passa in pochi giorni.

 

 

Il prezzo e la durata

 

La rinoplastica non chirurgica ha un prezzo decisamente inferiore rispetto al classico intervento chirurgico; è doveroso ricordare, tuttavia, che tale trattamento è, nella maggior parte dei casi, transitorio, poiché le sostanze iniettate vengono riassorbite dal derma dopo un periodo che si aggira intorno ai dodici mesi.

 

Esistono alcuni tipi di rinoplastica non chirurgica permanenti, ma essi sono fortemente sconsigliati dalla maggior parte degli esperti. Se quelli di natura transitoria, infatti, sono composti da sostanze completamente sicure e non nocive, anallergiche e rispettose dei nostri tessuti, lo stesso non si può dire, purtroppo, per i trattamenti permanenti.

 

 

Se hai deciso di sottoporti a questo tipo di intervento, puoi affidarti a Cristal Beauty, clinica in provincia di Torino specializzata in medicina estetica.