Una delle cose che serve di più sul web, quando si decide di mettere a punto una strategia, che sia per la promozione di un nuovo prodotto, la presentazione di un brand o per attrarre clienti, sono i contenuti. Ovviamente la loro caratteristica principale è l’efficacia, quindi che abbiano tutti i requisiti giusti per raggiungere l’obiettivo che ci si è prefissato, ma come, a livello concreto, dobbiamo scriverli? Vediamo di dare qualche consiglio utile su come creare contenuti efficaci, come viene spiegato in modo approfondito in un blog di content marketing e copywriting professionale.

Come creare contenuti efficaci, da dove si comincia

Quando si parla dell’efficacia di un contenuto, la teoria lascia un po’ il tempo che trova. Tuttavia, ci sono delle attività e delle competenze che possono rivelarsi davvero utili anche per chi non ha molta dimestichezza e vuole iniziare questo percorso o portare avanti un blog personale.

La prima regola è provare, provare sempre, sperimentare, studiare e sperimentare, solo così si trova la chiave per poter iniziare a scrivere in modo professionale. Ovviamente quella della capacità di scrittura è una dote, molti la possiedono naturalmente. Queste persone sono avvantaggiate perché dovranno solamente mettere in pratica delle strategie di persuasione e coinvolgimento del target.

Ma iniziamo proprio da qui, dal target per l’appunto. Non tutti i contenuti sono uguali, ci sono diversi obiettivi e diversi “modi di scrivere”, ovvero, di comunicare con il proprio target di riferimento.

Come si sceglie il target

Scegliere il target, ovvero il pubblico al quale dovrai rivolgerti, richiede delle competenze. Occorre effettuare una ricerca di mercato, valutare, anche tramite test, qual è il giusto pubblico di riferimento. Si parte naturalmente dall’azienda, quindi dall’obiettivo.

Facciamo subito un esempio pratico. Se un’azienda vende prodotti per l’infanzia il target di riferimento saranno sicuramente le famiglie, si può poi specificare ancora, come le mamme, i papà, i nonni. A seconda dell’interlocutore al quale ci si rivolge, si formula un contenuto.

Se per esempio il nostro target sono le mamme, si scriveranno contenuti interessanti e coinvolgenti specifici, come per esempio i migliori ciucci, come effettuare lo svezzamento, come eliminare le smagliature e così via. A questo punto il contenuto va testato dal punto di vista del coinvolgimento.

Fondamentale, per creare engagement, è suscitare emozioni. Qui può tornare utile conoscere i principali concetti del neuromarketing, in modo da immedesimarsi nel consumatore e capire quali sono i suoi processi mentali, qui puoi trovare a riguardo ulteriori approfondimenti thinkandwrite.net/empathy-map-entra-nella-mente-delle-tue-buyer-personas.

Gli errori che non devi mai commettere

Ora, invece, dedichiamo uno spazio per definire uno degli errori che molto spesso viene commesso da chi deve elaborare dei contenuti. La prima cosa da non fare è quella di elaborare solo una guida. Serve, invece, una vera e propria strategia al fine di avere una coerenza nei contenuti e non scriver cose a random.

Anche in questo caso puoi trovare qui numerosi altri spunti da approfondire in modo da non commettere errori che potresti benissimo evitare: thinkandwrite.net/i-6-errori-che-un-content-marketer-non-deve-commettere-mai.

Social e blog, quali vantaggi offrono

Infine, per completare questa breve panoramica, vediamo quali sono alcuni dei principali vantaggi che si ottengono con un blog e l’uso dei social. Si tratta di due strumenti diversi. Partiamo da blog. Un blog aziendale da la possibilità di creare engagement, di far conoscere il brand o i prodotti al tuo target di riferimento, ma può essere anche il primo step di una strategia di web marketing.

Pensa a un contenuto che riesce a rispondere al tuo quesito o al tuo problema, da quel contenuto ti può essere offerto un approfondimento, vieni indirizzato su una landing page e da qui si inizia un processo di funnel di marketing, che, se tutto va bene, converte l’utente in cliente.

Per quanto riguarda i social sono senza dubbio il modo migliore per fare branding, per creare un pubblico e farsi conoscere rapidamente. Creano grande engagement e fidelizzano i clienti già acquisiti, insomma, sono una vera opportunità.

Se l’argomento ti interessa e vuoi saperne di più ti consigliamo il portale thinkandwrite.net, con tantissimi preziosi suggerimenti scritti da chi, in questo ambio, lavora in modo professionale.