È possibile coniugare la cultura, il piacere della lettura e dell’arte della scrittura con quella per l’ambiente? Certamente sì, non solo, si può fare molto di più: mediante la scrittura è possibile divulgare, far conoscere e amare degli ecosistemi fragili, da curare e proteggere, come i laghi. Su questi presupposti è nato “Scritture di Lago”, un Premio letterario per racconti ambientati sul lago che viene consegnato al miglior romanzo che abbia come tema proprio il lago.

Scritture di Lago, promuove la letteratura e la salvaguardia dell’ambiente

Il progetto nasce, come abbiamo detto, per promuovere la letteratura e per focalizzare l’attenzione su un ambiente così ricco di fascino, ma al contempo così fragile, quale è il lago. La manifestazione culturale, promossa dall’associazione “Lario In” e col sostegno di “Banca Generali Private”, vuole così premiare gli scrittori più bravi e interessanti che hanno ambientato le loro storie nei laghi, e i territori circostanti, facendo così conoscere questi spettacolari ambienti e sensibilizzando verso la loro salvaguardia.

Si tratta quindi di un’iniziativa volta a valorizzare i territori, ma anche l’arte, l’originalità e la creatività, oltre a dare un contributo prezioso per la salvaguardia dell’ambiente. Quest’anno siamo giunti alla tanto attesa finale che si terrà a Como il 29 settembre e che vedrà, nella Sala Bianca del Teatro Sociale di Como, la premiazione dei vincitori.

La cinquina dei finalisti

Non è mai semplice selezionare dei racconti e, tra questi, decretare un vincitore. L’arte è una forma di espressione, in questo caso il messaggio è molto importante, ma come accade nei concorsi, un vincitore deve essere designato.

I 5 finalisti di questa edizione sono stati accuratamente selezionati dal Comitato di Lettura del Premio Letterario Scritture di Lago. Per quanto riguarda la sezione “editi”, a cui si poteva prendere parte con romanzi e raccolte di racconti pubblicati tra il 1 gennaio 2019 e il 30maggio 2021, che avessero come ambientazione, anche parziale, il laghi italiani o della Svizzera italiana.

Ma vediamo subito chi sono i finalisti e il titolo delle loro opere:

  • “L’acqua del lago non è mai dolce” di Giulia Caminito edito Bompiani;
  • “L’anno senza estate” di Bérénice Capatti edito Gabriele Capelli;
  • “Nessuna parola dice di noi” di Gaia Manzini edito Bompiani;
  • “Piperita” di Francesco Mila edito Fandango;
  • “La memoria del lago” di Rosa Teruzzi edito Sonzogno

Tra questi 5 finalisti sarà proclamato un vincitore scelto dalla giuria che è composta da Severino Colombo, giornalista del Corriere della Sera, Paola Pioppi, giornalista de Il Giorno e ideatrice del festival letterario “La passione per il delitto”; Sergio Roic, giornalista del Corriere del Ticino, di Extra e Scrittore, Glauco Peverelli, presidente di Parolario e librario e da Silvia Paparazzo di Banca Generali Private.

Il premio consiste in una somma in denaro pari a 250 euro per tutti i 5 finalisti, il vincitore, avrà un ulteriore premio pari a 500 euro.

Tutte le opere, come abbiamo detto, devono essere ambientate, anche parzialmente, al lago. Nello specifico, per quanto riguarda le 5 finaliste, le ambientazioni sono le seguenti:

Lago di Como (Terruzzi), Stresa (Manzini), Lugano (Capatti), Lago di Vico (Mila) e Bracciano (Caminito). I libri finalisti narrano vicende che si svolgono in due nazioni, Italia e Svizzera, e in tre regioni italiane: Lombardia, Piemonte e Lazio, quindi in cinque laghi diversi.

Una grande macchina organizzativa

Come tutti gli eventi, anche questa premiazione di opere letterarie richiede una grande organizzazione. Il Comitato organizzativo è composto da Guido Stancanelli, Luca Pellegatta, Ambretta Sampietro, Paolo Annoni e Viviana Della Pria.

Ma Scritture di Lago si avvale anche della preziosa collaborazione del Comitato di Lettura, composto da: Monica Bellotti, Lorenzo Canali, Edoardo Ceriani, Enrico Marletta, Maria Elisa Gualandris, Luca Pellegatta, Ambretta Sampietro, Guido Stancanelli, Marina Leonesio, Debora Ferrari, Luca Traini, Francesca Pandolfi, Claudia Cattaneo, Marilena Lualdi, Manuela Lozza, Gli Sfogliati-le lettrici e i lettori dell’associazione culturale Le Sfogliatelle, Marco Tresca, Maria Luisa Nicoletta Eumei, Nicoletta Realini, Silvia Spinelli, Anna Zuccaro, Piera Eumei, Ivan Sergio Castellani, Graziella Battipede.

Infine è doveroso menzionare anche il patrocinio della Regione Lombardia – Il Consiglio, Regione Lombardia, Regione Piemonte, Regione Veneto, Comune di Como, Comune di Varese, Provincia di Como, Provincia di Varese, Confindustria Como, Confcommercio Como, Camera di Commercio di Como e Lecco, Camera di Commercio di Varese, Camera di Commercio di Biella e Vercelli – Novara – Verbano, Cusio, Ossola, FAI Lombardia e dell’associazione culturale La Gente di Lago.

Non ci resta che attendere qualche settimana per scoprire il vincitore.