In questo articolo cercheremo di capire come ottenere il lavoro che hai sempre desiderato, senza complicati rituali magici voodoo o preghiere al Santo di turno.

Come capire cosa ti appassiona

Una domanda cruciale da porsi potrebbe essere questa: se avessi tutto il tempo e il denaro che ti occorrono, se cioè queste due cose non fossero per te un problema, cosa faresti? Cosa ti piacerebbe fare senza avere la preoccupazione pressante di guadagnarti da vivere?

Secondo il filosofo Alan Watts, una simile domanda apre le porte, nella nostra mente, a mille possibilità che ci rendono in grado di scoprire cosa fare nella vita.

Cercare il lavoro adatto

Quando avrai risposto a questa domanda, cerca di capire quali lavori ti permettono di conciliare quello che sai fare con ciò che ami fare, per trovare il posto di lavoro veramente adatto a te. Ad esempio, se ami viaggiare e scrivere, puoi cercare un lavoro che ti consenta di unire queste due passioni per guadagnarti da vivere.

Cerca di valutare i pro e i contro della scelta fatta. Nessun lavoro è solo rose e fiori, ma se cerchi di scegliere la carriera davvero adatta a te ti assicurerai di massimizzare i pro e minimizzare i contro.

Realizzare il tuo sogno

Trovare il lavoro che preferisci e che è più adatto a te ti garantirà non solo di essere felice, ma di sentire anche che ti stai impegnando al massimo nella tua vita e che le tue giornate sono significative. Questo vuol dire fare un passo in più verso la felicità. Moltissime persone, infatti, trascorrono la propria vita facendo lavori che non le soddisfano, e che non hanno il coraggio o la possibilità di cambiare per molti motivi. Questo rende le loro vite grigie e vuote, li fa sentire poco realizzate e le spinge a rendere anche di meno sul lavoro, perché stanno facendo qualcosa solo perché sono costrette, non perché la desiderano veramente.

Quali sono le cose che rendono un lavoro bello e appassionante? In primo luogo, il lavoro deve dare un senso di autonomia: deve cioè permetterti di stare in piedi con le tue sole forze, mantenendoti grazie a esso. Deve darti la sensazione di competenza: grazie a quel lavoro devi sentirti competente e in grado di svolgere qualcosa che sai fare bene.

E poi il tuo lavoro deve darti anche un senso di connessione con gli altri esseri umani: devi, cioè, sentire che con il tuo lavoro puoi fare la differenza per altre persone.

Modificare il curriculum

Il curriculum vitae va sempre adattato alla posizione per la quale ci si sta candidando. Se mi interessa una posizione specifica in una certa azienda, cioè, andrò a cercare informazioni dettagliate su quell’azienda, e modificherò il mio curriculum in modo tale da renderlo attraente per quella specifica posizione. Senza barare o inventare nulla, mi raccomando! Semplicemente, bisogna fare attenzione a rendere la nostra candidatura coerente con quello che nello specifico serve all’azienda. Competenze e capacità devono rispecchiare quelle richieste nell’annuncio.

Conosci te stesso

Una volta che avrai individuato l’area di tuo interesse, e l’azienda o il posto specifico che vorresti ottenere, tieni presente che il modo in cui l’azienda o il datore di lavoro valuteranno la tua candidatura deriverà in gran parte dal modo in cui saprai presentarti. Conosci te stesso: i tuoi punti di forza, quelli di debolezza, le tue preferenze e idiosincrasie. Questo ti permetterà di affrontare la ricerca di lavoro (e i colloqui) con la giusta dose di sicurezza e la spavalderia necessaria per superare i rifiuti (quando vieni scartato a un colloquio, per esempio). Trovare il lavoro dei propri sogni è facile, se sai come farlo!

Cosa volevi fare da bambino?

Pensa a te stesso da bambino: cosa ti piaceva fare? Cosa eri bravo a fare? Quali erano le cose che anche gli altri riconoscevano come tuoi punti di forza, talenti, passioni? Cerca di focalizzarti su questi particolari per comprendere le tue reali attitudini, in cosa potresti eccellere, che cosa è “nelle tue corde”. Alcuni propongono un giochetto davvero simpatico per scoprire il lavoro dei propri sogni: immagina di essere un gatto e, per ognuna delle nove vite che hai da vivere, pensa a quale lavoro ti piacerebbe fare, per tutta una vita.