Il mondo delle informazioni online è pazzesco: la quantità non manca e ormai chiunque, con un comando vocale o semplicemente digitando sulla propria tastiera, può arrivare ad ottenere tutte le risposte di cui ha bisogno. Ma è tutto oro quello che luccica? Purtroppo no, i primi settori ad alzare il polverone sono stati quelli della medicina, della borsa e dell’informazione che hanno dimostrato anche la pericolosità delle notizie non verificate. Il fenomeno delle fake news è sempre più chiacchierato e stare attenti alle fonti di informazioni dovrebbe essere un dovere, soprattutto quando si pensa poi di condividere e dare una nuova viralità alle stesse.

Fake News: come riconoscerle

Soprattutto con l’avvento dei social, le fake news hanno iniziato a circolare sempre più rapidamente. Questo perché se prima il pettegolezzo veniva limitato ad una piccola cerchia di persona, ora gira per il web e di condivisione in condivisione arriva a sempre più persone. Turbonews.it, portale specializzato ci offre non solo informazione di qualità ma anche qualche trucco per riconoscerle.

Dai un’occhiata per prima cosa alla fonte, i giornali registrati con una notevole autorità raramente condividono fake news e quando lo fanno si scusano successivamente riportando una correzione. Secondo campanello d’allarme è il titolo: nonostante gli “strilli” servano per invogliare al clic è importante che riportino notizie realistiche e non sensazionalistiche. La presenza di refusi ed errori sono poi un altro importante campanello d’allarme così come la data di pubblicazione; spesso chi condivide sui social fake news non presta attenzione alla data: ci ritroviamo infatti in bacheca frequentemente post di diversi mesi o anni fa ripetuti. Attenzione anche alle testate palesemente satiriche che lo riportano in dicitura ma che spesso vengono fraintese, in quel caso non si tratta di “fake news” ma di pura ironia che va ad esagerare notizie del momento con l’intento di strappare una risata.

Il modo migliore per poter evitare di incorrere in fake news è comunque quello di affidarsi a siti web e testate registrate ufficiali con una buona reputazione, in questo modo potrai evitare di incorrere in personale impreparato, optando invece per giornalisti e pubblicisti preparati con competenze anche riguardo etica e deontologia.

Crypto-mania: quello che devi sapere

Guardando i social e il web le crypto sembrano un modo sicuro, veloce e incredibile per poter fare soldi… ma è davvero così? Turbonews nella sua sezione di articoli dedicati alle crypto spiega con attenzione tutto ciò che devi sapere per evitare di incorrere in perdite economiche. Nonostante si tratti di una forma monetaria differente, anche le crypto hanno delle regole da seguire e hanno necessità di una buona preparazione per poter portare i risultati che speri. Seguendo le notizie pubblicate dal sito web che ti consigliamo, potrai optare per informazioni fresche e scritte da editor competenti in materia che sapranno quindi fornirti tutti gli strumenti utili per un pensiero critico e agire investendo in autonomia e sicurezza.

C’è chi li chiama “Bitcoin” ma il nome corretto è senza dubbio crypto; i Bitcoin così come i Litecoin o gli Ethereum sono una tipologia di moneta digitale che ha fatto sicuramente movimentare il mondo tradizionale degli investimenti. Disponibili in un portafoglio virtuale acquisiscono sempre più valore ma hanno un mercato decisamente più veloce ed instabile rispetto alla moneta tradizionale; sono sempre più le persone che li utilizzano per cercare fortuna ottenendo ottimi risultati. Le Criptovalute sono legate alla tecnologia blockchain, tema molto importante che dovresti approfondire se desideri investire in questo settore: su Turbonews puoi trovare tutte le informazioni di cui hai bisogno con articoli scritti in modo preciso ma comprensibile anche per chi non è del mestiere ma desidera conoscere questo nuovo mondo.