Quella della fotografia non è semplicemente una passione, ma è anche una professione. Chi si accinge a fare questo tipo di lavoro si trova a dover contemplare una spesa che non è proprio irrisoria, quindi è bene, almeno per l’inizio, sapere cosa sia davvero indispensabile e cosa, invece, possa essere acquistato in un secondo momento, magari una volta che si inizia a guadagnare. Gli accessori per i fotografi, così come la strumentazione vera e propria, sono davvero tantissimi, vediamo di orientarci.

Accessori per fotografi, cosa comprare fin da subito

Di sicuro non puoi rinunciare al treppiede. Questo è un accessorio che serve assolutamente. Il treppiede è indispensabile per avere delle foto nitide, oppure quando si fanno degli scatti in cui il tempo di esposizione è elevato, pertanto occorre mantenere la macchina perfettamente immobile.

Naturalmente in commercio ce ne sono di diversi, non è detto che si debba da subito acquistare il modello più esoso, oppure si può optare per un treppiede in seconda mano, non appena arriveranno i primi guadagni si potrà cambiare e acquistarne uno perfetto.

Schede di memoria

Un bravo fotografo non gira mai senza una scorta di schede di memoria. Pensa a quado i fotografi dovevano portarsi dietro tutti i rullini! Oggi siano decisamente più fortunati perché basta avere un posticcino nella borsa o nello zaino per poterci mettere diverse schede di memoria. In alternativa un laptop per fare il backup, ma se non si ha la possibilità di potersi mettere comodi, come magari durante un reportage, conviene portare le schede di memoria.

Batteria di riserva e carica batterie

Chi è alle prime armi potrebbe pensare che sia sufficiente portarsi dietro il caricabatterie, ma questo è un errore di ingenuità. Se capita che non si trovi un attacco utile che si fa? Sempre meglio, quindi, portarsi dietro anche una o due batterie di riserva, è la prima cosa che viene insegnata a chi si sta avvicinando a questo lavoro.

Anche in questo caso basta dedicare uno spazio apposito nella borsa dove si tiene il corpo macchina o nello zaino.

La borsa per la fotocamera

L’abbiamo nominata già due volte, ma come deve essere la borsa per la macchina fotografica? Ovviamente ci vuole una borsa apposita perché la macchina fotografica, a prescindere dalla marca e dal modello è molto delicata, quindi è necessario proteggerla al meglio.

Ovviamente, per quanto riguarda il modello, dovrai scegliere quello che ti sembra più adatto e confortevole, insomma, per l’uso che dovrai farne. Se ti occupi prevalentemente di reportage, probabile che per te sia più adatto lo zaino, in modo che possa seguirti in tutti i tuoi movimenti e appostamenti.

Scegli un modello che abbia diversi scomparti in modo che tu possa portarti dietro gli obiettivi, le schede di memoria e le batterie di riserva.

Tracolla doppia fotocamera

La tracolla doppia fotocamera Nice One è un accessorio che forse all’inizio potresti non ritenere indispensabile, ma del quale una volta provata non potrai fare più a meno. Una delle migliori è la tracolla mirrorless, prodotta in Italia da artigiani partenopei, è fatta interamente a mano con cuoio/pelle di prima scelta.

Ovviamente oltre a essere molto bella è anche assolutamente funzionale, infatti l’attacco a vite e l’aggancio di sicurezza di queste tracolle ne consente un utilizzo rapido e assolutamente senza rischi. Le cinghie removibili al petto, invece, permettono di aggiungere una mirrorless, con tre apparecchi a disposizione potrai davvero fare tutti gli scatti migliori.

Kit di pulizia

Infine non deve mancarti un kit per la pulizia della macchina fotografica. Tenere la propria attrezzatura in ordine e pulita è fondamentale per la sua resa e durata. Indispensabile è l’air blower, una sorta di pompetta che soffia aria e che serve per pulire le parti della macchina dove si deposita la polvere e lo sporco.