Ci sono, da sempre, lettori e lettori. Ci sono i lettori abitudinari, quelli che divorano un libro dopo l’altro, ma ci sono anche lettori occasionali, di quelli che leggono in un momento particolare, magari giusto per ammazzare il tempo. Ci sono lettori compulsivi, che leggono tre libri per volta e poi fanno lunghe pause e ci sono i novelli lettori, quelli che si avvicinano al libro quasi timorosi. Insomma, qualsiasi tipo di lettore, prima o poi si chiederà come scegliere un libro, ve lo diciamo noi.

Come scegliere un libro: seguire l’istinto

Uno dei modi per scegliere un libro è seguire l’istinto, ovvero, “andare a sentimento”. Tu sei nella libreria, sai che vuoi un libro ma non sai quale, ti aggiri tra gli scaffali, ti guardi attorno, osservi le copertine, leggi i titoli, ti sposti dal settore narrativa a quello della saggistica, sempre valutando ogni volume.

All’improvviso il colpo di fulmine, un libro in particolare ti attrae, non sai nemmeno spiegarti il perché, ma lo prendi, leggi la trama, ti piace, lo compri. Ecco, questo è uno dei modi in cui, a dirla tutta, sono i libri a catturarci. Ma non per tutti questo metodo funziona.

Il titolo: attrazione fatale

Ci sono lettori che, assidui o meno, leggono i titoli e si lasciano trasportare. Non fanno nemmeno la fatica di capire di cosa parli il libro. Il titolo li attrae, prendono il libro dallo scaffale, si avviano alla cassa con fare deciso, senza ripensamenti, pagano e vanno via.

Spesso, però, il titolo è totalmente fuorviante, il libro parla di altro da quello che il lettore si era immaginato, c’è a chi piace la sorpresa, ma in questi casi il rischio è che il libro venga abbandonato alle prime pagine.

I metodici

Ci sono poi i lettori metodici, quelli precisi che non lasciano proprio nulla al caso, che programmano con largo anticipo i libri da leggere. Ecco, forse potrebbero essere inquadrati anche tra i lettori ossessivo compulsivi, quel che è certo è che non verranno mai colti alla sprovvista.

Leggono riviste di settore, guardano programmi ad hoc, sanno sempre quali saranno i libri in uscita e li prenotano prima ancora che vengano rifornite le librerie. Si potrebbe pensare che sono lettori che sanno cosa vogliono, eppure, anche a loro può capitare il momento di buio.

Lettori di genere

Ci sono poi i lettori fissati con un unico genere, quindi che leggono solamente libri che vi appartengono, per esempio i racconti di viaggio, oppure i racconti brevi, la narrativa horror. Non importa quale sia il genere, quello che conta è che leggono solo quello, come se volessero, in qualche modo, restare nella loro zona comfort.

Le liste bestseller

E infine ci sono quelli che si affidano alle liste bestseller. Queste liste vengono stilate in base al numero di copie vendute, quindi chi le consulta, in genere, non ha preferenze specifiche ma spazia come gusti letterari. In un certo senso si affida al gusto di altri lettori che viene espresso, appunto in base al numero di copie vendute di un determinato libro.

Non stiamo a disquisire se questo abbia senso o meno, del resto ogni metodo per a scelta di un libro è valido e lecito, ma preferiamo invece dare un consiglio su come utilizzare la lista bestseller affinché sia funzionale per tutti.

Se ci si affida a una lista generica, ovviamente, troviamo un po’di tutto, a quel punto sono validi i ragionamenti che sono stati fatti prima, si può scegliere in base a ciò che ci ispira di più, oppure, si può andare a scegliere tra i bestseller suddivisi per genere.

A riguardo può essere molto utile un sito che abbiamo trovato facendo alcune ricerche: libripiuvenduti.it dove tutti i bestseller sono suddivisi per genere. In questo modo il lettore può tranquillamente andare direttamente nel settore di interesse e scegliere il libro desiderato, sia che abbia già le idee chiare o che voglia farsi ispirare.

Ovviamente non sempre si segue lo stesso metodo per la scelta del libro, ci sono delle volte in cui si può fare in un modo in un altro, questo dipende molto dal carattere del lettore e dal periodo, a ogni modo, vi auguriamo buona lettura!