Una delle mete più apprezzate quando si programmano viaggi nella West Coast è senza dubbio il sensazionale, quanto noto, parco di Yellowstone. Conosciuto in tutto il mondo è sicuramente una delle attrazioni principali di questo territorio americano. Tuttavia c’è un altro grande parco adiacente che è conosciuto come la porta d’ingresso a sud di Yellowstone che vale davvero la pena di visitare, il Grand Teton Park.

Viaggi nella West Coast, lo scenario che non ti aspetti

L’ingresso sud del Parco di Yellowstone offre uno spettacolo straordinario, pressoché inaspettato: il Grand Teton National Park, una delle attrazioni più belle, spesso vista con troppa fretta, del Wyoming. Dopo la città di Jackson, quindi per chi proviene da Salt Lake City, si apre uno scenario incredibile, e che, come abbiamo detto, spesso si tende a vedere solo come la porta d’ingresso verso la più celebre attrazione del parco di Yellowstone.

Un vero peccato visitarlo di fretta perché questo spettacolo naturale merita ben più attenzione: abbracciato dalle 12 cime di granito della Teton Range si schiude il prezioso paesaggio del parco, dove bellissimi specchi d’acqua vengono increspati da alci e bisonti che si protendono sulle acque per abbeverarsi.

Per chi ama la natura incontaminata, di sicuro questo non sarà un semplice viaggio, ma un’esperienza ricca di emozioni da conservare gelosamente tra i ricordi più belli. E allora vediamo cosa vedere e scoprire.

Passeggiate panoramiche

Per chi ama abbracciare con lo sguardo paesaggi di impressionante bellezza, il consiglio è quello di addentrarsi a piedi lungo i sentieri più interessanti, ce ne sono davvero tantissimi, ma a meno che non decidiate di dedicare al parco un’intera giornata, sarà difficile scoprirne la gran parte.

I più belli si trovano lungo la panoramica di Teton Park Road, che però è aperta solamente nei mesi che vanno da maggio a novembre. Qui potrete trovare meravigliose viste che si allungano sulle montagne e su deliziosi laghi alpini, sullo sfondo, alla sinistra, le impressionanti vette della Teton Range.

Un altro sentiero che merita è quello che conduce ai due laghi di Taggart e Bradley. A seconda del lago che si vorrà vedere si dovranno considerare dalle due alle tre ore e mezzo di camminata. Il sentiero si snoda tra boschi di grande bellezza, ma meglio essere un po’ allenati perché anche se non si tratta di un percorso difficoltoso è lungo per i principianti, sebbene la vista che vi troverete davanti ripagherà di tutte le fatiche.

Jenny Lake Road

Le placide acque del Jenny Lake sono un invito ad essere solcate. C’è un battello che vi condurrà proprio sull’altra sponda e dalla West Shore Boat si dipanano altri interessanti sentieri tra quelli più noti del parco. Uno di questi è l’Inspiration Point, un belvedere che si affaccia proprio sul lago. Altro punto di notevole interesse sempre nei paraggi sono le Hidden Falls, delle straordinarie cascate nascoste nel bosco, con un po’ di fortuna si possono avvistare anche gli orsi.

Dove dormire

Se avete deciso di dedicare a questo magnifico parco più di una giornata, il consiglio è quello di soggiornare al Colter Bay Village, la più grande area d’accoglienza di tutto il parco, situato sulla sponda del Jackson Lake.

Un altro punto ricettivo molto piacevole è la Jackson Lake Lodge, situata sulla strada che conduce alla Colter Bay e la Jenny Lake Lodge, una baita in legno molto suggestiva proprio sulle sponde del lago.

I tour organizzati

Naturalmente ci sono anche tour organizzati all’interno del parco, per chi vuole penetrare in sicurezza nella meravigliosa natura del parco. Con un tour guidato potrete ammirare da vicino la fauna, come gli orsi e gli alci.

Chi lo desidera può proseguire, dopo aver visitato questo straordinario parco, per il celebre parco di Yellowstone e continuare il proprio viaggio alla scoperta delle meraviglie della West Coast.