Le scommesse online possono essere un’attività molto divertente e che da la possibilità di vincere qualche soldo, purché si giochi cono coscienza e per il piacere di farlo. Molti si avvicinano a quest’attività, un po’ per curiosità, un po’ perché la fortuna aiuta gli audaci, ma soprattutto non aiuta se non si gioca. Anche gli scommettitori classici, quelli che sono affezionati al sistema di scommesse tradizionale, si stanno avvicinando alle scommesse in digitale, soprattutto in questo periodo. Vediamo come si fa e cosa

Scommesse online, da dove si comincia

Per prima cosa occorre aprire un conto online e questo può essere fatto mediante l’utilizzo di una carta di credito oppure con conto PayPal o PostePay. Naturalmente è evidente che possono scommettere solo i soggetti maggiorenni. Occorre poi avere un documento d’identità valido e avere a portata di mano anche il proprio codice fiscale.

Una volta che si possiede un conto online si deve scegliere un bookmaker e registrarsi. In questa fase si dovranno compilare tutti i campi richiesti con i propri dati e inviare una copia dei propri documenti d’identità.

Concluse queste operazioni si potrà iniziare a scommettere. La scelta del bookmaker non deve e non può essere casuale. Questi, infatti, fanno diverse offerte ai nuovi utenti, sarebbe sempre utile fare una ricerca prima per capire chi abbia le migliori.

Per giocare, però, è sempre necessario avere un conto gioco, e questo vale per qualsiasi bookmaker venga scelto. Prima di scommettere, però, è bene conoscere un’altra cosa: le quote.

Cosa sono le quote

Con il termine quote ci si riferisce a una determinata probabilità che un determinato evento si verifichi o meno. Per esempio, quante probabilità ci sono che una squadra di calcio possa batterne un’altra? Il ragionamento da fare è lo stesso che si fa quando si compila una schedina.

Per determinare le quote, però, si devono considerare diversi fattori, come per esempio la forma della squadra in quella determinata partita, ma soprattutto il numero di scommettitori, più persone scommettono su una squadra più la quota si abbassa.

Facciamo un esempio, se nella partita Argentina-Brasile la maggior parte degli scommettitori punta sul Brasile, le quotazioni si abbasseranno. Per avere un’idea delle possibili vincite si moltiplica la puntata per la quota.

Come orientarsi nella scelta

Ovviamente scegliere il bookmaker con le quote migliori non è per niente facile, si dovrebbero controllare le diverse offerte una per una perdendo un sacco di tempo.

Un’alternativa più che interessante è il portale Compara Quote Serie A che, appunto, compara le quote dei maggiori operatori che sono provvisti di licenza in Italia. Si tratta quindi di un portale che offre a chi vuole divertirsi scommettendo online sul Campionato di massima serie la possibilità di verificare in tempi brevi quali siano le migliori quote.

Queste, infatti, sono raggruppate in un’unica tabella per un determinato evento. In questo modo lo scommettitore può quindi rilevare quale sia l’operatore che offre delle quote più interessanti e quindi decidere dove scommettere senza perdere tempo a fare snervanti ricerche.

Naturalmente, sarebbe bene avere un conto aperto sui ciascun operatore, in modo poi da poter scegliere quello più adatto alla circostanza.

Naturalmente per calcolare esattamente il payout delle scommesse c’è una formula da applicare, considerando che gli operatori, di media. Pagano per le scommesse sportive tra il 90% e il 98,1% in dipendenza dai differenti tipi di quota.

Per esempio, in un campionato come quello della serie A, normalmente i bookies applicano un payout più alto rispetto ad altri ambiti poiché esistono numerose informazioni che riguardano quel determinato evento sportivo.

Detto questo, ricordiamo sempre di registrarsi solo su portali di operatori riconosciuti dall’AAMS, per avere la sicurezza di scommettere in modo legale e poter quindi stare tranquilli anche in caso di vincita.