Ogni ufficio e ambiente, pubblico o privato che sia, può incorrere nel rischio di un incendio. Ci sono casi in cui il rischio diventa vero e proprio pericolo, come succede in quelle aziende dove si lavorano materiali con un alto potenziale infiammabile.

Ecco allora che diventa importante attrezzarsi adeguatamente per essere preparati in caso di incendio.

Cosa prevede la normativa?

La normativa vigente prevede che all’interno di tutte le attività commerciali e degli uffici devono essere distribuiti un numero adeguato di estintori portatili in prossimità delle uscite.
Gli estintori devono trovarsi in luoghi facilmente accessibili e ben visibili, individuati con l’apposita segnaletica. In generale, una persona non deve percorrere una distanza più grande di 30 metri per raggiungere l’estintore.

Per quanto riguarda il numero di estintori da distribuire all’interno della superficie, dipende dalla grandezza dell’ambiente:

 

  • all’interno di un negozio che supera i 400 metri è obbligatorio installare un estintore ogni 100 metri quadrati e un minimo di due estintori per ogni piano. Inoltre, un estintore deve essere dedicato a ogni singolo impianto, ad esempio in prossimità del quadro elettrico o del generatore di calore;

 

  • se l’ambiente non supera i 400 metri quadrati, l’estintore è obbligatorio nel caso in cui siano presenti lavoratori dipendenti. Se, al contrario, non sono presenti lavoratori dipendenti, l’estintore non è obbligatorio per legge.

In ogni caso è sempre bene valutare il rischio incendio dell’ambiente per salvaguardare l’incolumità di tutte le persone che accedono al locale.

Nel caso specifico degli uffici o aziende, quelle che ospitano più di 300 persone hanno l’obbligo di distribuire più estintori all’interno dei locali aziendali, specie sulle vie di fuga e presso gli impianti. Non solo, secondo la normativa, queste attività devono considerarsi a rischio incendio elevato e, pertanto, l’installazione di uno o più estintori deve avvenire anche in prossimità di archivi.

In generale, in tutti gli uffici (anche quelli che prevedono la presenza di un numero di persone inferiore a 300) in cui ci sia almeno un lavoratore diverso dal titolare, l’estintore è obbligatorio.

Nel caso specifico dei locali con più di 300 persone, la normativa vigente prevede che questi siano soggetti anche al controllo dei Vigili del Fuoco.

Diverso è il caso dei condomini e, in generale, degli edifici destinati ad uso civile, dove molto dipende anche dall’altezza. Se questa supera i 24 metri, allora l’estintore è obbligatorio.

Per quanto riguarda la quantità di estintori da distribuire all’interno del palazzo, nonché alla tipologia, la legge prevede che:

  • nei condomini con altezza non superiore ai 24 metri, l’estintore non è obbligatorio. Deve però essere presente una rete idrica antincendio e la presenza di idranti;

 

  • nelle centrali termiche, l‘estintore è obbligatorio in ciascuno dei locali che compongono la centrale e deve essere installato in prossimità dei generatori di calore;

 

  • nelle autorimesse, gli estintori sono obbligatori in prossimità dell’ingresso. Per quanto riguarda il numero: almeno 1 ogni 5 autoveicoli, per i primi 20 autoveicoli, e 1 ogni 10 autoveicoli per i rimanenti. Questa distribuzione vale fino a un massimo di 200 autoveicoli, dopo i 200 è sufficiente installare 1 estintore ogni 20 autoveicoli.

Come scelgo l’estintore adatto alla mia attività?

Scegliere il giusto estintore per la tua attività non è semplice. Devi conoscere cosa prevede la normativa in merito all’installazione, al numero di estintori da installare, alla loro distribuzione all’interno dei locali nonché alla segnaletica di riferimento.

Ad esempio, in prossimità dei quadri elettrici è consigliato un estintore a CO2, adatto alla protezione delle apparecchiature, mentre è sconsigliato in ambienti piccoli e chiusi perché il gas freddo può provocare ustioni se entra in contatto con le persone.

Per farti guidare nella scelta, sul sito www.eurofireantincendio.com puoi consultare tutti i prodotti offerti dall’azienda Eurofire.

Dal materiale antincendio e pompieristico, alla cartellonistica, alle porte tagliafuoco REI, assicurati di acquistare prodotti antincendio e antinfortunistici certificati CEE per garantire la massima sicurezza dei tuoi edifici in caso di incendio.