Quando ci si raffronta a delle problematiche, in particolare nell’ambito della scuola, ci si trova a dover superare degli scogli a volte davvero alti. In diversi casi, e non solo in ambito scolastico, è necessario potenziare le proprie capacità cognitive, ovvero, la capacità di raccogliere ed elaborare informazioni al fine di affrontare la quotidianità. Il potenziamento cognitivo, quindi, è una sorta di allenamento, di palestra, per poter migliorare le proprie capacità cognitive.

Potenziamento cognitivo, di cosa stiamo parlando

Il potenziamento cognitivo, come abbiamo detto, è un allenamento per la mente, utile in diverse situazioni, tra cui problematiche legate a deficit cognitivi dovuti all’età, patologie, traumi. Ci sono diverse metodologie, ma qui faremo una panoramica del potenziamento cognitivo metodo Feuerstein, doposcuola specialistico DSA, laboratori innovativi e altre funzioni che possono rivelarsi particolarmente utili.

Il potenziamento cognitivo col metodo Feuerstein consiste nell’imparare a imparare. Si parte dall’assunto che tutti siamo in grado di potenziare i nostri processi cognitivi riuscendo ad attivare delle risorse latenti. Per farlo occorre un mediatore che aiuti a innescare il processo di imparare a imparare.

Questo metodo consente di ottenere degli strumenti che possano migliorare le proprie capacità di apprendimento mediante un tipo di metodologia che viene definita attiva, finalizzata alla creazione di un ambiente favorevole non solo all’insegnamento, ma anche all’apprendimento, all’autostima, incentrato sull’ascolto e declinato secondo i diversi stili cognitivi.

Il metodo Feuerstein

Il mediatore ha la funzione di stimolare una riflessione metacognitiva, ovvero, non deve fornire risposte al discente, ma deve indirizzarlo e orientarlo verso l’analisi di quei processi di pensiero che vengono attuati nel momento in cui si ha la necessità di risolvere dei problemi. Questo tipo di lavoro aiuta ad acquisire nuove abilità e a potenziare quelle già esistenti, stimola l’utilizzo del pensiero autonomo.

Il discente, quindi, viene stimolato ad acquisire consapevolezza delle proprie risorse e a prestare attenzione all’ambiente in cui si trova al fine di raggiungere una maggiore autonomia. Da qui si evince che il punto cardine di questo metodo è la mediazione, pertanto è fondamentale affidarsi a professionisti.

Quali sono i vantaggi del metodo di potenziamento cognitivo Feuerstein

I vantaggi di questa metodologia sono diversi, indubbiamente si possono ottenere dei risultati davvero gratificanti, sia per il mediatore che per il discente. Per esempio, si riesce ad aumentare il tempo di attenzione, fondamentale soprattutto per quelle casistiche di studenti con disturbo dell’attenzione.

Non solo, si implementano e rafforzano le strategie di problem solving, stimolando il discente a trovare soluzioni in modo sempre più autonomo, rafforzando, di conseguenza, anche l’autostima e la consapevolezza di sé. Il discente riesce ad avere un maggiore controllo del proprio comportamento, riesce a gestire le proprie emozioni e a diminuire gli atteggiamenti dettati dall’impulsività. Dal punto di vista delle conoscenze, il discente riesce a trovare una maggiore e più efficace organizzazione, imparando a pianificare, aumenta il proprio vocabolario e capacità verbali.

Potenziamente, i servizi

Potenziamente è il sostegno professionale per il potenziamento cognitivo con il metodo Feuerstein, ma non solo, offre numerosi servizi come il doposcuola specialistico per DSA, valutazioni dinamiche, laboratori espressivo-creativi sia per bambini che ragazzi e adulti, calibrando attentamente l’offerta formativa sui bambini dai 4 anni di età.

I professionisti che fanno parte del team sono Luca Torriani, docente di Lettere Moderne e di sostegno, ha un master in Pedagogia Speciale presso l’università degli Studi di Reggio Emilia. Possiede il titolo di Terapista ABA.

Alessia Pozzati è un’educatrice che, attualmente, si occupa anche di soggetti a rischio, possiede il titolo di Educatrice Professionale Socio-Pedagogico.

Attualmente il centro offre un doposcuola specialistico con attività individuali e collettive che ha come obiettivo quello di insegnare un corretto metodo di studio a seconda delle esigenze e caratteristiche dello studente, offrire supporto nell’installazione e nell’utilizzo di strumenti (software) compensativi.

Infine, è possibile fruire anche di sedute di pet therapy, sia individuali che in piccoli gruppi, maggiori informazioni su potenziamente.com.