Da qualche anno, con somma gioia di moltissime donne, la barba lunga è tornata di moda. Sempre più uomini si dedicano alla cura della barba, spesso con attenzioni quasi maniacali. Se infatti lascia crescere la barba può essere totalmente naturale, curarla alla perfezione richiede molta pazienza. Non solo regolare la lunghezza, pettinarla e lavarla adeguatamente, ma anche nutrirla e tenerla in salute. A questo scopo in commercio si possono trovare diversi tipi di olio da barba. Ma qual è l’olio da barba migliore e in base a quali criteri si acquista? Ecco una breve guida tutta al maschile per curare al meglio la barba davanti al vostro specchio per il bagno. E poi, un buon olio da barba è sempre un’ottima idea regalo per un uomo speciale nella vostra vita!

Olio per la barba: benefici e perché usarlo

A cosa serve l’olio da barba e perché andrebbe utilizzato con regolarità? Innanzitutto, ha una funzione idratante sia per la pelle che per gli stessi follicoli piliferi. Nutrendo e idratando pelle e barba, si evita con facilità la desquamazione, ovvero la formazione della forfora. Così facendo si evita anche il tipico prurito dovuto alla secchezza. Se questi motivi per usare l’olio da barba non fossero sufficienti, ce ne sono addirittura altri. Rimanendo in tema di bellezza e salute, l’olio da barba rende molto più facile la pulizia e la cura. Quando la barba è ben oliata, infatti, è meno probabile la formazione di nodi e quindi diventa più semplice spazzolarla e renderla lucida e voluminosa.

Così come dedichiamo tempo e attenzione alla scelta dell’eau de toilette, altrettanta dovremmo impiegarla per l’olio da barba. Sono infatti disponibili tantissime profumazioni diverse che possono conferire alla vostra barba quello charme in più. È infatti risaputo che l’olfatto è il senso più potente tra i cinque e che il cervello è in grado di memorizzare in modo molto più duraturo le informazioni quando queste sono associate a un determinato odore. Un elemento da tenere a mente se volete lasciare il segno e la scia di profumo quando passate.

Rispetto alla cera da barba o al balsamo da barba, poi, l’olio viene assorbito in modo più veloce. Senza contare che gli oli sono generalmente naturali o comunque composti da ingredienti meno aggressivi. L’aspetto finale rispetto alla cera, poi, appare molto più naturale e lucido e meno fissato.

Come applicare l’olio da barba

Potrebbe sembrare un aspetto totalmente banale, ma non lo è. Anche un gesto all’apparenza così semplice può nascondere delle insidie. Per questo motivo, ci sono dei suggerimenti utili da seguire.

L’olio per la barba andrebbe infatti utilizzato dopo la doccia o comunque dopo averla lavata accuratamente. Non asciugate completamente la barba, ma invece applicate l’olio quando è ancora leggermente umida. Se siete alle prime armi, utilizzate solo poche gocce di olio per volta e aumentate mano a mano. Generalmente, una barba che non viene tagliata da circa un mese necessita di un massimo di 5 gocce di olio. Tra i 6 e i 12 mesi, il consumo di olio sale a 6/7 gocce fino ad arrivare a 10 dopo l’anno. In ogni caso non tutte le barbe hanno la stessa foltezza. Per questo motivo il modo migliore, come sempre, è quello di sperimentare diverse soluzioni e quantità fino a trovare quella più adatta alle nostre esigenze.

Per lo stesso motivo non c’è una regola fissa su quanto olio da barba usare. Se da una parte molto dipende dal clima (più o meno umido o secco), dall’altra è anche una questione soggettiva. Come chi soffre per i capelli secchi o i capelli grassi, c’è anche chi ha la barba più o meno soggetta a untuosità o secchezza. L’importante è ricordare che quando l’olio è in eccesso potrebbe gocciolare sui vestiti e macchiarli!

Quando avrete finito di applicare l’olio passando con le dita tra i peli, ricordatevi di pettinare la barba. L’ideale è utilizzare un apposito pettine, in modo da distribuire in modo uniforme l’olio. I benefici del pettinare la barba con regolarità sono diversi: previene la formazione dei peli incarniti e nodi, migliora l’aspetto generale della barba e la fa apparire più ordinata, pulita e folta.