Come rendere un’attività riconoscibile in pochi secondi? Non è sicuramente un compito facile. Essere titolari o gestori di un punto vendita significa pensare e ripensare alle migliori strategie per invitare il cliente ad entrare in negozio. A partire dal logo fino ad arrivare all’arredamento, nulla deve essere lasciato al caso. L’obiettivo è quello di comunicare un’immagine ben definita dell’azienda, curando ogni forma di comunicazione nei minimi particolari. Tra i fattori determinanti per un buon rendimento dell’attività, vi è quello di studiare in modo preciso come progettare una bella insegna, in questo articolo vedremo come fare.

Un po’ di storia

La pubblicità è un fenomeno piuttosto recente, ma già nell’Ottocento, proprietari di negozi e botteghe si ingegnavano per capire quali fossero le strategie vincenti per attirare i passanti. Nasce in quell’epoca la prima lampadina, che rende la Francia il primo Paese impegnato nella progettazione di insegne luminose, grazie ad un inventore parigino, George Claud. La prima insegna pubblicitaria fu utilizzata da un barbiere francese, ma pochi anni dopo l’idea sbarcò anche negli Stati Uniti, dove le luci al neon ridipinsero completamente tutte le strade più famose. L’insegna al neon divenne infatti presto simbolo per eccellenza dell’estro americano.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, nacquero le prime lampade fluorescenti, fino ad arrivare ai pannelli LED degli anni ’60, che ben presto ricoprirono viali di quasi ogni città, che ben presto divennero piene di insegne e cartelloni. Il loro successo costrinse i diversi paesi ad aumentare gli standard qualitativi, regalandoci quelle che oggi sono le insegne che conosciamo.

Quali scegliere

Tra i diversi tipi di insegne, quella più diffusa è senza dubbio l’insegna a cassonetto. Questa tipologia di insegna è fra le preferite dei commercianti, realizzate in alluminio presentano un’illuminazione interna a LED, e le troviamo solitamente esposte all’ingresso dei negozi. Il loro punto di forza è quello di essere sempre visibili, sia durante il giorno che durante le ore notturne. Ristoranti e locali e una grande varietà di negozi optano per questa scelta, date le infinite possibilità di personalizzazione.

Pubblilight realizza un servizio adatto a qualsiasi tipo di attività, con un’ampia varietà di scelta per rendere l’insegna unica e fatta su misura, il sito di Pubblilight Varese https://www.insegnevarese.it spiega tutte le tipologie di personalizzazione, le insegne possono essere infatti sagomate e costruite in diversi tipi di forme, possono essere realizzate sia nella variante luminosa sia senza illuminazione, il tutto secondo le preferenze del cliente.

La stampa

Una volta decisa la forma dell’insegna, è necessario occuparsi della parte grafica. La stampa che comparirà sull’insegna sarà infatti determinante per la buona riuscita della vostra scelta. Le insegne a cassonetto possono essere realizzate con stampe personalizzate, è fondamentale decidere cosa comunicare a livello visivo. Un buon modo per rendere l’attività riconoscibile è quella di inserire il logo all’interno della stampa, questo è importante perchè a livello pubblicitario il punto vendita salterà immediatamente all’occhio, soprattutto se ripreso da biglietti da visita o riportato nei social network e nelle sponsorizzazioni. Progettare un buon logo infatti, accattivante e diretto è un ottimo primo passo per rendere l’attività interessante e attraente. Scegliere la stampa però non è sempre facile, spesso si commette l’errore di inserire troppi dettagli che rendono la comunicazione confusa e poco efficiente. Per questo il consiglio è sempre quello di ridurre i particolari e optare per uno stile più minimale.

Il grande architetto Mies Van der Rohe citava “Less is more”, meno è meglio, motto preziosissimo che segnò tutta la disciplina della comunicazione visiva.
Un’insegna curata è sinonimo di originalità e precisione, a raccomandazione è quindi quella di scegliere un messaggio semplice, con font ben definiti e facilmente distinguibili. Le insegne rappresentano forse le soluzioni espositive con il maggiore impatto, grazie a queste ultime il cliente capirà molto della vostra attività e dell’attenzione che riserverete durante il vostro servizio.