Quando ci si sposa, nella maggior parte dei casi lo si fa per amore, per creare una vita assieme, perché ci si vuole bene. Purtroppo, però, non tutte le favole sono a lieto fine e, qualche volta, anche le più belle possono finire in una separazione. Molti, però, preferiscono coltivare il sospetto, trascinando alle lunghe una situazione che poi, inevitabilmente, si dovrà affrontare e si dovrà fare i conti con l’infedeltà coniugale anche sul piano legale.

Infedeltà coniugale, quando il sospetto è più di un sospetto

In molti casi quando il partner tradisce, dentro di noi lo avvertiamo, solo che delle volte tendiamo a ignorare appositamente i segnali, preferiamo far finta di niente e continuare a vivere nella menzogna, magari perché ci sono di mezzo i figli o perché, semplicemente, si ha paura di avere conferma dei propri sospetti.

Eppure, prendere atto di quanto sta accadendo è proprio la strada migliore sia per se stessi che per tutta la famiglia. Il tradimento, infatti, alla lunga logora. Tutti i sospetti, che sovente sono fondati, non fanno vivere bene, anzi, ci si costringe a una convivenza con l’ansia e la paura di essere rifiutati perché il partner preferisce l’amante.

Perché è meglio sapere se c’è un tradimento o no

Mettere fine a una situazione di disagio emotivo appurando se il partner ci stia tradendo o meno è un atto doveroso verso se stessi, ma anche nei confronti di eventuali figli. Tuttavia, non è solo una questione di sentimenti, molto spesso si tratta anche di una necessità dettata dai possibili risvolti legali che un tradimento può avere.

Alcune coppie, quando si sposano, firmano un vero e proprio contratto, vedi personaggi famosi, ma non solo, dove tra le clausole c’è quella del tradimento, in caso questo si verifichi, le condizioni del matrimonio in caso di divorzio possono portare a non dover dare nulla al partner. Ma anche chi non ha stipulato tali contratti, può comunque trarre vantaggi dallo scoprire un eventuale tradimento.

Quando il tradimento finisce in divorzio

Una buona parte delle persone che tradiscono lo fanno in modo continuativo. In molti casi, quindi, si arriva al divorzio, magari per rifarsi una nuova vita assieme al nuovo partner. Per una causa di divorzio, a meno che questa non si avvii in forma amichevole, e nel caso di un precedente tradimento non rappresenta di sicuro la prassi, sono necessarie prove di tale infedeltà.

Tali prove possono essere utili per ottenere dei vantaggi economici, o per non essere esclusi da eventuali risarcimenti in caso di divorzio, ma possono servire anche per ottenere l’affidamento esclusivo dei figli, in caso di problematiche.

Purtroppo queste vicende sono spesso molto complesse e non sempre si riesce a concludere tutto in modo pacifico anche perché il risentimento per un tradimento è un boccone difficile da mandare giù.

Come raccogliere le prove di un tradimento

Come detto prima, quando si viene traditi, spesso, si avverte un cambiamento nel partner, ma delle volte sono così bravi che non lasciano trapelare niente e si scopre, quasi sempre per caso, l’inganno, magari rinvenendo una qualche traccia o per una segnalazione da parte di amici e parenti.

Cosa fare però per avere conferma? Ebbene, qualsiasi cosa s’intenda fare c’è bisogno di raccogliere prove. Per farlo serve necessariamente l’aiuto di un professionista. Sicuramente non è facile parlare dei propri fatti personali né con gli amici più fidati, tanto meno con un investigatore privato, ma è proprio questa la figura che serve.

Ci sono diversi professionisti in tutta Italia, noi abbiamo esaminato il lavoro di un Investigatore Privato Roma, precisamente l’agenzia Investigativa di Mario Verdile che si occupa di questi casi, ma anche di altri ambiti di investigazione sia privata che aziendale.

Verdile investigazioni opera in questo settore dal 1990, assicurando al cliente sempre la massima discrezione e riservatezza, ma anche quell’empatia e quel tatto che, molto spesso, in queste professioni fanno la differenza.

Nell’ambito dell’infedeltà coniugale si raccolgono tutti i materiali e le prove necessarie a dimostrare il tradimento, tali risultanze delle indagini possono essere prodotte in sede di giudizio corredate da relazione di rapporto scritto, foto, dati e filmati.

Certe situazioni sono difficili, lo sappiamo, ma occorre affidarsi con fiducia a chi può offrire un aiuto concreto, discreto e professionale.