Cucinare può essere una passione oppure un lavoro ma in ogni caso farlo avvalendosi degli strumenti giusti può fare davvero la differenza in questo settore.

Bisogna disporre di questi strumenti per poter ottenere risultati migliori, preparare le pietanze in meno tempo e soprattutto riuscire a far risaltare i sapori degli alimenti, ma non sempre è così facile scoprire quali utensili sono indispensabili e quali invece no.

Noi vi consigliamo una piccola lista di attrezzi indispensabili

Chinoise e pentole in rame

La chinoise nota anche come colino è uno strumento che si avvale di una coppa forata che filtra le salse e i liquidi come il brodo o i succhi di frutta.

Le sue maglie sono più larghe rispetto a quelle di un colino, ed è utile ad eliminare i semi della frutta e della verdura.

Può essere utilizzato per la cottura in immersione o per friggere.

Per quanto riguarda la cottura degli alimenti, ad oggi molte pentole vengono realizzate ancora in rame perché dona eleganza e riesce a distribuire meglio il calore permettendo di cuocere i cibi a temperature sostenute senza bruciarli.

Mandolina, tarocco e frullatore: gli oggetti must have

Quando si tratta di dover tritare finemente verdure, pesce o anche carne grazie alla mandolina vi riuscirà facilmente.

Si tratta di una specie di grattugia affetta-verdura in grado di tagliare molto velocemente gli alimenti, realizzando le forme più diverse.

In questo modo il piatto sarà bello da vedere e la cottura verrà uniformata.

Altro oggetto fondamentale in cucina è il tarocco, ovvero una piccola spatola che può essere realizzata in metallo o in plastica che viene utilizzata in pasticceria per gli impasti oppure per lavorare il cioccolato.

Non bisogna dimenticare a questo punto l’immancabile frullatore ad immersione che serve per ottenere delle vellutate di verdure, delle creme e dei passati.

Grazie a questo attrezzo è molto più facile realizzare salse come la maionese in quanto va a ridurre la possibilità della formazione dei grumi, e si possono ottenere anche altri tipi di consistenze come i frappè e omogeneizzati.

Gli attrezzi di cui non si può fare a meno

Soprattutto, per chi ama realizzare pasta fresca fatta in casa, sarà necessario dotarsi di un coppa-pasta: uno stampo che serve a tagliare la pasta ma può essere utilizzato anche per realizzare anche degli hamburger fatti in casa poiché basterà riempire questo stampo con l’alimento che abbiamo intenzione di preparare e poi applicare delle pressioni per creare delle monoporzioni.

Molto utile può rivelarsi il bollitore grazie al quale si può scaldare l’acqua in un tempo minore rispetto al classico pentolino.

In alcuni casi è possibile regolare la temperatura partendo dai 40 ai 100 °C e ha un tasto per tenere l’acqua in temperatura.

Per gli amanti degli alimenti cotti alla giusta temperatura, non si potrà non avere un termometro.

Ovviamente ne esistono vari tipi: alcuni servono a misurare la temperatura della carne cotta nel forno o nel barbecue o alla griglia, mentre altri sono rivolti al campo dei dolci come per quanto riguarda la caramellizzazione dello zucchero.

Esistono dei termometri realizzati per controllare anche le fritture e le lievitazioni.

Di non meno valore è l’imbuto grazie al quale si potranno travasare liquidi senza sprechi.

Sul mercato ne esistono davvero tanti tipi, alcuni rivolti al travaso di prodotti come la marmellata e altri dedicati a liquidi come nel caso del vino.