L’email marketing è una parte importante di una strategia costruita per far crescere il proprio business.

Nonostante l’evoluzione dei canali di comunicazione, l’avvento e la predominanza dei social, le e-mail rimangono ancora uno strumento dei brand per restare vicini al proprio pubblico e far sentire la propria voce e le proprie news.

Esistono diversi obiettivi raggiungibili con un flow di e-mail e perciò esistono diverse tipologie di e-mail marketing.

Vediamole insieme.

Tipologie di e-mail marketing

Esistono diverse tipologie di e-mail marketing ed ora esamineremo le principali e le più utilizzate:

  • E-mail di offerta: sono le e-mail che contengono promozioni e offerte speciali. Molto spesso vengono costruite ad hoc in un flow per portare l’utente a compiere una determinata azione come, ad esempio, scaricare un ebook o una guida, oppure vedere un video o un webinar.
  • Newsletter: sono e-mail che servono a tenere informati gli utenti su particolari news legate a servizi e prodotti, vengono usate per le offerte speciali o per i lanci di nuovi prodotti, servono a fidelizzare nuovi clienti e a tenere informati quelli vecchi. Sono un potente strumento per fare nurturing.
  • E-mail marketing basato sulle automazioni: si tratta di e-mail studiate e ben definite per portare un utente alla conversione attraverso comunicazioni specifiche costruite sulla base di trigger specifici.
  • E-mail transazionali: sono le più semplici, ovvero quelle che vanno a contenere principalmente conferme di transazioni e pagamento.

Vantaggi dell’e-mail marketing

In molti in passato hanno considerato l’e-mail marketing morto, ma la verità è ben diversa.

Vediamo subito alcuni dei vantaggi insieme dell’includere questa tattica nella propria strategia:

  • Fare brand awareness: l’e-mail marketing consente all’azienda di farsi conoscere da nuovi utenti, di far sapere le novità e i cambiamenti aziendali e soprattutto di condividere eventi importanti con i propri utenti;
  • Generare lead: uno dei primi processi della lead generation è proprio la raccolta dell’e-mail e l’inizio di una serie di comunicazioni che terranno informati i clienti
  • Fare lead nurturing: l’e-mail è il mezzo migliore per fare comunicazioni importanti ai propri clienti, per fidelizzarli e per fare anche delle offerte che mantengano vivo il loro interesse.
  • Convertire: la conversione è molto spesso il fine ultimo dell’e-mail marketing. Una comunicazione diretta e basata si trigger particolari è in generale un’ottima strategia per portare gli utenti a compiere l’azione che vogliamo: acquisto, download etc.
  • Trasformare clienti occasionali in clienti fedeli: l’e-mail marketing è un ottimo strumento per trasformare i clienti in “true fans”, ovvero quei clienti che per il nostro brand farebbero di tutto.

Come scrivere un’e-mail per il marketing diretto

Quali devono essere le caratteristiche di una perfetta e-mail nell’ambito del marketing?

Sicuramente l’e-mail deve essere persuasiva: la comunicazione, infatti, deve essere costruita per stimolare l’interesse dell’utente e per fare in modo che questo cresca costantemente per evitare la disiscrizione dalla lista e-mail.

L’email deve essere coerente con il tone of voice dell’azienda: tutte le comunicazioni, infatti, dai social ai video, e dal sito web all’email devono seguire gli stessi valori e lo stesso stile.

L’email deve avere la giusta lunghezza: a seconda dell’intento infatti bisogna studiare la migliore lunghezza per il messaggio che vogliamo mandare. Non ci sono regole precise, ma ricordiamo gli utenti online ricevono milioni di messaggi ed e-mail al giorno e perciò possiamo dire che più siamo brevi meglio è, magari utilizzando la tecnica del microcopy, ma senza sacrificare il messaggio.

Prima passi nell’e-mail marketing

Come fare dunque per muovere i primi passi nell’email marketing?

Il primo step è sicuramente quello di creare una mailing list. È importante ricordare che il permesso a mandare e-mail è fondamentale oltre ad essere mandatario per legge.

Non è una buona idea comprare una lista e-mail e sicuramente la cosa migliore è fare in modo che gli utenti lascino spontaneamente la loro e-mail.

Una volta creata una mailing list, bisogna scegliere la piattaforma di e-mail marketing più adatta al nostro obiettivo.

Fra quelle possibili da utilizzare ci sono sicuramente SendInBlue, Mailchimp eWix E-mail marketing.

Trovata la piattaforma giusta si è pronti per partire e sperimentare questa strategia.