Le diete detox sono seguite da tantissime persone e consentono di eliminare tutte le scorie che sono imprigionate nell’organismo. Vediamo insieme cosa sono e quali provare.

Che cos’è una dieta detox?

Quando si parla di dieta detox ci si riferisce a ingerire un solo tipo di alimento, come pasto unico in quantità sufficiente all’apporto per l’organismo ma anche per non avere il senso di fame, sino al pasto successivo.

Il sistema digestivo in questo modo si attuerà in maniera totalmente differente, non essendoci del cibo mischiato da gestire anche se è da prendere con la dovuta cautela. È infatti consigliato rivolgersi ad un professionista del settore e non attuare un metodo fai da te,  al fine di avere una tabella indicativa per il proprio organismo e necessità.

L’idea primaria, come dice il nome stesso, non è quello di perdere del peso bensì di purificare tutto l’organismo eliminando le tossine e le scorie in eccesso accumulate. Non è quindi una dieta bensì un metodo per disintossicare e e far riposare l’apparato digerente.

Naturalmente, visti i cibi che si vanno a ingerire ci sarà anche un impatto sul corpo e sul suo peso. Questa è quindi una monodieta che fa parte di un programma di dieta che ha effetto positivo sulla pelle, fornisce energia e apporto di vitamine. Il carico calorico è consentito ma dopo è necessario alleggerirlo proprio come la detox insegna. Da fare soprattutto dopo le feste di Natale oppure in occasioni in cui si è ecceduto con il cibo.

La cautela però è richiesta per queste motivazioni:

  • La monodieta è consigliata solo 4 volte all’anno, considerando che questo regime alimentare – seppur provvisorio – stanca il fisico e non è consentito fare attività fisica di resistenza.
  • Riprendere poi la propria dieta in maniera graduale dopo la detox
  • Le persone che soffrono di diabete non devono svolgere la monodieta.

La monodieta ha durata massima di tre giorni, giorni aggiuntivi potrebbero portare ad una carenza massiva di proteine e grassi buoni:

  • Prima della monodieta è necessario preparare il corpo con abbondanza di frutta, verdura evitando zuccheri, dolci e piatti composti ricchi di condimenti e grassi
  • Durante la detox è necessario essere molto determinati nel seguire questo regime, facendo attenzione che il cibo non diventi una ossessione. Una delle regole fondamentali è quella di bere molta acqua e tisane.
  • Dopo la detox si introduce piano piano la dieta varie ma senza esagerare immediatamente con zuccheri, dolci, salati e piatti composti.

Quale dieta detox provare

Come anticipato ci sono tantissime diete detox e dovrebbero essere consigliate da un professionista del settore. Di seguito indichiamo le più “famose”:

  • Detox con uva

Il principio è quello di mangiare uva ad ogni pasto integrando vitamine, acqua e per sentirsi sazi. È una monodieta autunnale e si deve scegliere solo frutta biologica. Grazie all’apporto di sali minerali apporta degli importanti benefici con un effetto drenante.

  • Detox con mele

La mela è l’unico pasto che è consentito, sia intero oppure in purea solo di origini biologiche. È un frutto diuretico, sano, ricco di Vitamine e fibre. La sua azione è unica ed è anche un disinfettante naturale per l’intestino, facile da mangiare e trasportare ovunque.

  • Verdure liquide

Un pochino più varia ma le verdure dovranno solamente essere ingerite come brodo, zuppa oppure in succo. È un purificate attivo contro le tossine che si sono annidate nell’organismo, con grande apporto di Vitamine e Sali Minerali essenziali. Da spremere in maniera naturale al fine di non perdere le fibre di cui la polpa è molto ricca. Si può aggiungere del limone, una mela oppure delle spezie per renderle più appetitose.