In un’epoca sempre più digitalizzata, come quella in cui stiamo vivendo, conoscere bene le professioni del web significa potersi aprire una strada lavorativa tra quelle più richieste al momento, ma anche sapere quale specialista può essere utile per sviluppare la propria attività. Una di queste figure che potremmo anche definire chiave per quest’ultimo decennio è il consulente SEM e SEO, uno specialista che ha come obiettivo quello di accrescere la visibilità delle pagine di un sito.

Consulente SEM e SEO, di cosa si occupa

Come abbiamo anticipato, il consulente SEO e SEM si occupa di strategie finalizzate al posizionamento di un sito web sui motori di ricerca. Oggi il posizionamento organico e quello a pagamento sono ancora le fila trainanti del web marketing.

Per quanto riguarda il concetto di SEO, si tratta di una parte del web marketing, esattamente quella che determina la visibilità delle pagine di un sito nei risultati organici dei motori di ricerca. Le strategie sono diverse, ma non mai a pagamento.

Sotto il nome della SEO si includono molteplici aspetti, dai contenuti delle varie pagine di un sito, alle key word utilizzate, alla loro densità, fino ai link. Insomma, i parametri che un bravo SEO deve prendere in considerazione per studiare una strategia efficace sono tanti, molti di questi cambiano di frequente a seconda degli algoritmi di Google, per cui si può dire che questa è una professione che si sviluppa nella long life learning, nella formazione costante.

Per quello che riguarda la SEM, invece, il discorso sarebbe decisamente ampio dato che in questo ambito vengono incluse tutte le strategie digitali che vengono messe in campo per indirizzare un traffico profilato verso un sito web.

Si tratta quindi di strategie a pagamento ed esterne al sito. SEO e SEM sono quindi servizi complementari.

Lo specialista SEO e SEM, quindi, non fa altro che creare e applicare la migliore strategia a seconda dell’esigenza, mettendo in campo tutte le sue competenze al fine di raggiungere l’obiettivo.

Ma un SEO può essere anche SEM specialist?

Assolutamente sì se si possiedono tutte le competenze. Queste due figure non sono in contrasto, al contrario, sono complementari. Un esperto di entrambi questi aspetti potrà offrire un servizio che sfrutti le strategie per posizionarsi in modo organico, magari alternandole o implementandole con le campagne pay per click.

Il traffico a pagamento può essere molto utile nel caso in cui si voglia portare rapidamente traffico al sito, ma questo dipende dagli obiettivi e dalla strategia che si intende perseguire.

Quello che si deve sapere è che si può essere un consulente SEM e SEO freelance oppure lavorare presso un’agency. Diciamo che questo dipende da cosa il professionista vuole fare e da come vuole organizzare il proprio lavoro.

Come si diventa consulente

Per poter esercitare questa professione è necessario, per prima cosa, studiare e prepararsi in modo adeguato. Si possono seguire dei corsi online o in aula, ma quello che serve davvero è lavorare sul campo, magari facendosi affiancare da qualcuno già formato.

Come è già stato detto, questo lavoro ha bisogno di un percorso formativo che dura tutta la vita perché le nuove tecnologie son sempre più veloci, così come le strategie digitali, e chi si ferma, inesorabilmente, resta indietro.

Una volta acquisita la preparazione necessaria si deve aprire una partita iva col codice ateco adeguato e si può iniziare a lavorare subito come freelance, sia prendendo lavori da soli o collaborando con delle agency, oppure si può decidere di inviare curriculum ad agency e aziende per lavorare come dipendente.

Insomma, si tratta di una professione in costante evoluzione che può aprire davvero molte porte, e per le aziende è invece un’occasione importante quella di affidarsi a un esperto digitale perché grazie ai suoi servizi si possono ottenere risultati importanti.