L’impastatrice o planetaria, è uno strumento molto utile in cucina, ideale per impastare, amalgamare e montare gli ingredienti, per realizzare deliziosi dolci e lievitati di ogni tipo.
Un elettrodomestico presente in molte case, che permette di lavorare e ottenere composti lisci e privi di grumi.

Ma come scegliere la miglior impastatrice?
Vediamo quali sono le caratteristiche più importanti da osservare per acquistare l’impastatrice ideale per le proprie esigenze.

Fattori da valutare per l’acquisto

Quasi tutte le impastatrici che è possibile trovare in commercio, sono anche planetarie, ossia dotate di un particolare movimento del braccio che gira su sé stesso ed effettua un movimento di rotazione che permette di mescolare ogni parte del composto.

Per poter acquistare la miglior planetaria è necessario capire quali sono gli aspetti principali da ricercare:

– Il peso

L’impastatrice deve avere un certo peso per poter lavorare in totale stabilità una volta poggiata sul ripiano, ma senza risultare troppo difficile da maneggiare.
Il peso ideale per un’impastatrice planetaria si aggira sui 4 kg.

Va anche considerato che oltre i 7 kg di peso, la planetaria potrebbe risultare eccessivamente pesante e quindi scomoda da spostare.

– I materiali

Il materiale di costruzione permette di mantenere una diversa solidità ma anche di garantire un certo livello di igiene.
Per questo è preferibile scegliere planetarie dotate di boccale o recipiente in acciaio, che possa essere lavato adeguatamente.

– La velocità

Ogni modello è dotato di diverse velocità regolabili, da quelle base come lenta, media e rapida a quelle intermedie che permettono di incrementarla man mano, fino a 10 diverse possibilità.

Quasi tutti i modelli di planetaria dispongono di turbo, una particolare impostazione che permette di aumentare la velocità alla pressione di un tasto.

– Blocco motore

Questa funzione è molto utili per lavorare in sicurezza, ideale soprattutto per chi tende a distrarsi facilmente in cucina.
Inserendo il blocco motore si interrompe il movimento dell’impastatrice ogni qual volta viene sollevato il braccio.

Non tutte le planetarie dispongono di questo sistema, per cui è bene accertarsene prima dell’acquisto.

– Il paraspruzzi

Molte planetarie dispongono di un contenitore con coperchio paraspruzzi, ottimo per evitare di schizzare ovunque mentre si mixano gli ingredienti.

Si tratta di un elemento a volte sottovalutato, che impedisce di sporcare superfici, pavimenti e tutto ciò che si trova nelle vicinanze, molto utile per lavorare in modo pulito.

Potenza e motore dell’impastatrice

La potenza è una delle caratteristiche più importanti quando si parla di planetarie.
Per poter lavorare in modo continuativo, regolare e avere prestazioni ottimali, un’impastatrice deve essere dotata di buona potenza.

Prima ancora della potenza, è necessario capire che tipo di motore è montato all’interno del modello che stiamo osservando.
In generale, i motori delle impastatrici possono essere classificati in due principali categorie:

– a presa diretta.
– a presa indiretta.

Le impastatrici professionali sono solitamente a presa diretta, che permette di lavorare in modo più efficiente.
Si tratta di tipologie di fascia medio alta che garantiscono una buona potenza e un regolare movimento durante la lavorazione.

Nei modelli caratterizzati dalla presa indiretta invece, la forza viene trasmessa al braccio rotante in modo non sempre costante, rischiando di ottenere un risultato di scarsa qualità.
Queste impastatrici rientrano tra i modelli di fascia medio bassa.

La buona efficienza del motore è quindi essenziale poiché serve ad imprimere la giusta forza al braccio, in modo da impastare il composto per il tempo necessario e in maniera costante.

Nella scelta della planetaria è sempre importante tenere bene a mente quali sono le esigenze personali e per cosa verrà principalmente utilizzata.
Un ultimo consiglio è quello di valutare bene il modello, prima del budget e orientarsi su una tipologia che sia in grado di preparare al meglio ogni composto.
Se scelta con criterio, la planetaria diventa davvero indispensabile in ogni cucina, per ridurre lo sforzo e i tempi di preparazione.