Certe volte capita di ritrovare vecchi giochi da tavolo in cantina e questo evento riporta subito alla memoria tanti ricordi ma soprattutto voglia di giocare. Certo però, passati tanti anni, ai nostri giochi mancheranno sicuramente dei pezzi e tra questi è molto facile che non ci siano i dadi. Come fare? Dobbiamo rinunciare al passatempo o si può rimediare comprando altri dadi? Dovete sapere che non è necessario spendere neanche un euro perché possiamo provare a fare un dado da gioco da soli con pochi materiali e con alcuni strumenti che possiamo trovare facilmente a casa. Potremo così di nuovo divertirci a sfidarci in partite con gli amici. In questo articolo vi spieghiamo proprio come fare un dado da gioco quando ne abbiamo perso uno e non sappiamo come risolvere il problema.

Materiali e strumenti

Fare da soli un dado da gioco è molto semplice. Come materiali vi basterà reperire:

  • un foglio di cartoncino bianco in formato A4 di quelli rigidi e un po’ spessi da disegno;
  • una matita da disegno;
  • un righello;
  • un pennarello nero;
  • un paio di forbici;
  • uno stick di colla.

Procedimento

Per realizzare il nostro dado agiremo nello stesso modo in cui si crea una scatolina di carta a forma di cubo. Possiamo decidere liberamente che dimensione dare al nostro dado, non siamo obbligati a farlo molto piccolo come i veri dadi da gioco ma possiamo farlo un po’ più grande anche per lavorare meglio con forbici e colla. Incominciamo quindi prendendo il foglio di cartoncino bianco e mettendolo sul tavolo. Al suo centro, con la matita da disegno e il righello, dobbiamo tracciare il corpo principale, un rettangolo lungo 11 centimetri e largo 2 centimetri. Abbiamo scelto una dimensione piccola ma sempre un po’ più grande di un dado vero per lavorare meglio.

Sulla lunghezza a partire da sinistra misuriamo 1 centimetro quindi tiriamo una linea verticale con matita e righello. Adesso tireremo altre 4 linee verticali questa volta ogni 2 centimetri. Lo spazio sarà quindi diviso in 5 parti di cui la prima più piccola. Andiamo al terzo spazio, che avrà forma quadrata, e sia sopra che sotto disegniamo sempre con matita e righello due quadrati identici. Nel complesso avremo ora davanti a noi un disegno simile a una croce. Sulle sommità esterne di questi due quadrati dobbiamo disegnare due piccoli rettangoli dello spessore di un centimetro, che saranno poi le ali da piegare per comporre il dado. Dovremo quindi disegnare le stesse ali al primo e al terzo quadrato che vediamo in orizzontale, sia sopra che sotto.

Ora dobbiamo disegnare i numeri sulle facce del dado con il pennarello nero. Disegnate 5 pallini neri sulla prima faccia, il primo quadrato a partire da sinistra, seguendo la forma a ics; disegnate 3 pallini neri su due file da tre sul secondo quadrato; disegnate due pallini neri in diagonale sul terzo quadrato e uno centrale sul quarto; ai lati della croce andranno rispettivamente il numero quattro in alto, disegnando 4 puntini agli angoli del quadrato, e il numero tre in basso, disegnando tre puntini neri in diagonale.

Ora possiamo finalmente prendere le forbici e ritagliare la forma che darà vita al nostro dado. Fatto questo dovremo cominciare a piegare le parti allo scopo di ottenere un cubo e piegare anche i lembi, su cui metteremo la colla per chiudere tra loro le facce del dado. Il nostro dado fai da te sarà ora pronto.