È possibile arredare casa a prova di bambino? Una volta che ci sono dei figli, fino a quanto non crescono, le idee di arredamento devono essere diverse. Non solo sicure ma anche a prova di pennarello e corse per i vari locali. Ecco le idee e i consigli dei professionisti del settore.

Casa con bambini, come cambia

Sia che si preferisca una tipologia di arredamento minimal oppure moderno, quando arrivano i bambini le prospettive devono essere totalmente differenti. Cambiano le proporzioni, cambiano i mobili e soprattutto la disposizione che deve consentire il loro passaggio maldestro sino ad una visione più ampia dell’insieme.

Tutti gli oggetti che si possono rompere andranno messi su un ripiano molto alto oppure in una scatola, in attesa di tempi migliori. Il tappeto preferito verrà inondato da giocattoli e briciole, sino al divano – compagno di tante serie televisive – diventerà il mirino per colori e bernoccoli. Insomma, diventa doverosa una casa a prova di bambino così che non si faccia male e che tutto l’arredamento non abbia dei danni importanti.

Cambiano quindi le prospettive generali di ogni stanza, dal soggiorno al bagno e persino al camera da letto non è più un luogo di privacy tra specchi mobili e candele all over. Ma come fare?

Consigli per arredare casa a prova di bambino

I professionisti del settore hanno stilato una lista di quelle che dovrebbero essere le priorità, nel momento in cui in casa arriva anche un bambino. Cambiare tutto non è semplice, ma con alcuni piccoli accorgimenti si può unire l’utile al dilettevole.

  • Forme arrotondate anti urto

Ci sono forme arrotondate che consentono di dare alla propria casa uno stile moderno e ricercato che, nello stesso tempo, diventa a prova di bambino. Le linee eleganti danno la possibilità ai bambini di correre ma senza farsi male. Se proprio non si riesce a rinunciare alle forme squadrate e di carattere, allora per alcuni anni queste andranno messe in sicurezza con i dispositivi studiati per l’occasione con materiali trasparenti che si adattano perfettamente all’arredamento.

  • Imbottiture nei mobili

Tutti i mobili dovranno avere imbottiture morbide. Si parla di divani, poltrone e pouf che non dovranno contenere una imbottitura rigida e pesante: pensare sempre a quando corre e di come potrebbe farsi male. Per riprendere il discorso sopra esposto, anche in questo caso prediligere forme arrotondate con angoli smussati – sempre per evitare danni durante il gioco.

  • Piante e fiori in casa

Prima cosa da fare è quella di rivolgersi ad un fioraio esperto al fine di eliminare quelle che sono le tipologie di piante e fiori che sono ritenute pericolose. Non solo, evitare le piante grasse con le spine ma anche quelle con le foglie dentellate e pungenti.

Attenzione anche alla disposizione in casa, sempre negli angoli al fine che il passaggio lungo le stanze sia libero da ostacoli.

  • Camini e scale

C’è un camino oppure una scala? Sicuramente bellissimo, scenografico e di grande impatto. Nonostante questo è doveroso che al camino venga messa una protezione in vetro e alle scale un cancelletto: sono piccoli dettagli che evitano un incidente.

I bambini devono essere in ogni modo tenuti lontani dalle scale e dal camino, spento o acceso che sia, sapendo bene che dove c’è un pericolo ci sia anche la curiosità di un bambino.

Tra i suggerimenti, sicuramente quello di creare un angolo per i giochi disposti in più zone della casa (non solo in cameretta), così che il bambino abbia dei punti di riferimento in salotto – in giardino e anche in cucina. Ci sono tantissimi contenitori divertenti in commercio che potranno aiutare a tenere una casa in ordine ma comunque a prova di bambino.